Visualizzazione post con etichetta PRIMAVERA. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta PRIMAVERA. Mostra tutti i post

mercoledì 15 luglio 2020

Ricette con i fagiolini


I fagiolini sono uno dei doni estivi di Madre Natura: mia nonna li piantava sempre in abbondanza nell’orto e ne raccoglievamo tanti da conservare nei vasetti sott’olio o sott’aceto per l’inverno.
Quest'anno anche io li ho piantati nell'orto e ora sto raccogliendo i frutti... ogni giorno una bella manciata di fagiolini freschi... che soddisfazione!


I fagiolini possono mangiare appena sbollentati o saltati in padella, ma se ne possono ricavare anche piatti più elaborati come vellutate, creme, torte salate, ecc.
La raccomandazione essenziale è di non raccogliere i fagiolini troppo grandi, perché diventano leggermente coriacei e fanno "il filo".

RICETTE CON I FAGIOLINI

sabato 18 aprile 2020

Risotto agli asparagi

Risotto con gli asparagi (10)
Risotto con gli asparagi (3)Risotto con gli asparagi (4)
Risotto con gli asparagi (5)Risotto con gli asparagi (6)
Risotto con gli asparagi (7)Risotto con gli asparagi (9)
Ecco una ricetta che sa di Primavera: fresca, salutare e davvero gustosa!
L’ingrediente di base deve rispecchiare l’eccellenza culinaria regionale emiliana, quindi consiglio vivamente di utilizzare l’asparago verde di Altedo IGP, prodotto nella zona tra Bologna e Ferrara, celebrato ogni anno nella Sagra dell’Asparago Verde di Altedo IGP.
Per il riso, io amo particolarmente il carnaroli biologico dell'Azienda Agricola Cerutti, mentre il parmigiano e il burro sono dell'Azienda Casumaro: i prodotti di entrambe le aziende si possono ordinare sul loro sito è www.latteuovabio.it
Festeggiamo quindi la Primavera con questo buonissimo piatto vegetariano della tradizione emiliana!


INGREDIENTI (per 6 persone)
  • riso carnaroli 350 g
  • asparagi di Altedo 300 g
  • burro 50 g
  • parmigiano grattugiato 50 g
  • brodo vegetale 1,5 litri
  • cipolla 1
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO

Lavare gli asparagi ed eliminare i pochi cm più duri della parte finale del gambo.
Tagliare le punte (circa 3 cm) e metterle da parte.
In una tegame antiaderente, far soffriggere la cipolla tritata con 20 g di burro: una volta appassita la cipolla, farvi tostare il riso per qualche istante, finché comincia a sfrigolare.
Aggiungere al riso solo i gambi di asparagi tagliati a rondelline (le punte tenetele ancora da parte) e un mestolo di brodo caldo per volta, mescolando e precedendo nello stesso modo ogni volta che il riso si asciugherà.
Procedere così fino alla fine della cottura.
A cottura quasi ultimata unire le punte di asparagi e mescolare.
Regolare di sale, aggiungere una macinata di pepe fresco, il burro rimasto, il parmigiano, mezzo mestolo di brodo, mescolare bene, mettere il coperchio, spegnere il fuoco e "dimenticarsi" del riso lasciandolo riposare per circa 5 minuti.
Servire caldo.

sabato 28 marzo 2020

Frittatine con cipollotto fresco e sgarbazza

Frittatine con cipollotto fresco (13)
Frittatine con cipollotto fresco (1) Frittatine con cipollotto fresco (2)
Frittatine con cipollotto fresco (3) Frittatine con cipollotto fresco (4)
Frittatine con cipollotto fresco (6) Frittatine con cipollotto fresco (11)
Le frittatine con il cipollotto a casa mia sono molto apprezzate e sono una delle farciture preferite nei panini per il pic-nic: non ci si stanca mai di gustarle, sono saporite e gustose, da accostare a verdure, formaggi o altro, ma eccellenti anche da sole.
Gli ingredienti sono semplici, cipollotti freschi dell’orto e uova di galline felici della mia amica Colette… eccole qui nelle foto:
P1080734 P1080792
P1080766 P1080765
INGREDIENTI (per 4/6 persone)

PROCEDIMENTO
  • Rompere le uova in una ciotola e sbatterle appena con una forchetta: unire un presa di sale, una di pepe e  il parmigiano, amalgamando velocemente con la forchetta.
  • Tagliare a rondelle sottili cipollotto e sgarbazza e unirli al resto.
  • Mettere l’olio nella padella ricoprendone appena il fondo in maniera uniforme e portare a bollore.
  • Mettere nell’olio un cucchiaio di composto: appena comincia a rapprendersi, staccare i bordi con una palettina antiaderente, poi girare la frittatina dopo pochi istanti e cuocerla un altro minuto (se si utilizza una padella grande, si possono cuocere più frittatine alla volta, ma un po’ distanziate).
  • Togliere le frittatine dalla padella appena cotte e farle sgocciolare su un foglio di carta assorbente, meglio se carta gialla.
  • Servire le frittatine tiepide o fredde: sono ottime da sole o dentro i panini per un pic-nic.

giovedì 26 marzo 2020

Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico

Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (9)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (1) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (2)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (3) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (4)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (5) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (6)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (7) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (8)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (10) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (11)
Amo le chicche di ricotta, sono degli gnocchetti piccoli e morbidi che adoro sposare a un sughetto semplice di pomodoro e basilico: strepitose!
Se le volete farle in casa (cosa semplicissima, vi assicuro!), potete trovare la mia ricetta per gli gnocchi di ricotta con le foto passo passo QUI: l’unica differenza per le chicche è che dovrete tagliare dei tocchetti più piccoli degli gnocchi e non li dovrete rigare con la forchetta, ma lasciarle al naturale.
 

INGREDIENTI (per 4 persone)

PROCEDIMENTO
  • Soffriggere aglio e cipolla tritati in un tegamino di coccio con tre cucchiai d’olio.
  • Aggiungere la salsa di pomodoro, il basilico fresco, una presa di sale e una macinata di pepe.
  • Portare a bollore, far ritirare il sughetto per pochi minuti, senza farlo asciugare troppo.
  • Spegnere, scoprire e tenere in caldo.
  • Lessare le chicche in abbondante acqua bollente salata: appena riprende il bollore, contare 5 minuti di cottura e scolare.
  • Condire con il sugo, mescolando delicatamente.
  • Disporre nei piatti individuali e servire subito.







martedì 28 aprile 2015

Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco

Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (9)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (1) Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (2)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (3) Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (4)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (5) Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (6)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (7) Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (8)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (10)
Fare una passeggiata nei campi e accorgersi che sull’argine spuntano dei lunghissimi asparagi selvatici è una cosa veramente entusiasmante!
Ero in giro con la mia amica Colette, rientravamo da una visita al suo pollaio, quando lei ha visto tra l’erba questi spilungoni selvatici fare caopolino tra l’erba: che bello!!
Ne abbiamo raccolti sei o sette e, assieme ai cipollotti dell’orto che Colette mi ha raccolto per l’occasione, ho deciso di farci un risottino primaverile vegan da leccarsi i baffi: che goduria!
 
INGREDIENTI (per 4 persone)
Per il brodo vegetale:
 
PROCEDIMENTO
  • Mettere in una pentola colma d’acqua cipolla e aglio sbucciati, la carota pelata, il sedano e una manciata di sale grosso: portare a bollore, poi abbassare la fiamma e far sobbollire per tutta la durata della preparazione.
  • Tagliare le punte agli asparagi e tenerle da parte per la decorazione finale del piatto: tagliare a rondelline il resto del gambo fino alla parte dura, che avrete cura di pelare con un pelapatate prima di tagliare anch’essa a rondelle.
  • Far soffriggere aglio e cipollotto tritati in una casseruola con tre cucchiai d’olio.
  • Aggiungere il riso e farlo tostare qualche istante, finché non sfrigola, mescolando con un cucchiaio di legno.
  • Completare con gli asparagi tagliati a rondelline e mescolare.
  • Unire un mestolo di brodo vegetale e portare a bollore.
  • Abbassare la fiamma e far sobbollire fino a cottura ultimata, aggiungendo un mestolino di brodo ogni volta che il riso si asciuga, mescolando delicatamente.
  • Quando il riso è quasi a termine cottura, regolare di sale e pepe, poi unire una manciata di farina e un mestolino di brodo vegetale: mescolare per ottenere l’effetto cremoso e lasciarlo all’onda (non troppo asciutto, né troppo brodoso.
  • Coprire e far riposare cinque minuti.
  • Servire il risotto in fondine monoporzione, decorando con qualche punta d’asparago cruda.

sabato 7 marzo 2015

Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti

Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (15)
Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (0)Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (1)
Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (2)Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (3)
Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (5)Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (4)
Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (7)Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (6)
Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (8)Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (9)
Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (10)Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (13)
Fusilli integrali ai carciofi e panna con anelli di cipolla fritti (14)
I miei classici fusilli ai carciofi rivisitati: dopo averli ammorbiditi e resi cremosi con latte e farina, li ho serviti con croccanti anelli di cipolla fritti, che hanno dato un tocco davvero originale a questa preparazione facile e veloce da preparare.
Come pasta ho utilizzato i fantastici fusilli integrali biologici Sarchio, che tengono bene la cottura e creano un gradevole contrasto con la morbidezza dei carciofi e la croccantezza delle cipolle.

INGREDIENTI (per 4 persone)
  • fusilli integrali 400 g
  • carciofi 2
  • bicchiere di latte 1
  • cipolle medie 3
  • farina
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO
Spuntare i carciofi, pelare il gambo e tagliarli a fettine sottili.
Tritare una cipolla e farla appassire in una larga padella con tre cucchiai d’olio: aggiungere i carciofi e mescolare delicatamente.
Dopo pochi istanti aggiungere due manciate di farina e un bicchiere di latte, mescolando bene per formare una bella crema.
Spegnere, regolare di sale e pepe, coprire e tenere in caldo.
Pelare le due cipolle rimaste e tagliarle a rondelle di circa 1/2 cm di spessore dividere delicatamente gli anelli di cipolla senza romperli, passarli nella farina e friggerli pochi per volta in abbondante olio bollente: farli dorare da entrambi i lati, scolarli su carta assorbente e salarli solo al momento di servire.
Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolarla al dente e passarla in padella con i carciofi, amalgamando bene.
Disporre nei piatti individuali, completare con anelli di cipolla fritti e una macinata di pepe.
Servire subito.

sabato 28 giugno 2014

Dessert con yogurt, amarene e cacao

Dessert con yogurt, amarene e cacao (9)

Dessert con yogurt, amarene e cacao (1)Dessert con yogurt, amarene e cacao (2)

Dessert con yogurt, amarene e cacao (3)Dessert con yogurt, amarene e cacao (4)

Dessert con yogurt, amarene e cacao (5)Dessert con yogurt, amarene e cacao (6)

Dessert con yogurt, amarene e cacao (7)Dessert con yogurt, amarene e cacao (8)

Dessert con yogurt, amarene e cacao

Ecco un’altra merenda vegetariana e senza glutine, con yogurt, frutta fresca e savoiardi senza glutine di Piaceri Mediterranei.

Offrire merende salutari e golose ai bambini ci offre l’incredibile possibilità di favorire i loro gusti verso un’alimentazione più consapevole, rispettosa della stagionalità degli alimenti e della semplicità delle preparazioni, per non stravolgere le caratteristiche nutrizionali di ogni elemento.

Per controllare che gli ingredienti utilizzati siano senza glutine si consiglia di fare sempre riferimento al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC).

 

INGREDIENTI (per 2 porzioni)

4 savoiardi senza glutine

1 yogurt

1/2 bicchiere di latte intero

6 amarene fresche

cristalli di zucchero senza glutine

cacao amaro in polvere senza glutine

 

PROCEDIMENTO

Mettere metà dello yogurt dentro una ciotolina.

In un’altra ciotola mettere il latte mescolato con un cucchiaino di cacao.

Bagnare i savoiardi velocemente nel latte al cacao, senza inzupparli troppo: devono esserne bagnati, ma non si devono rompere.

Adagiare due savoiardi sullo yogurt nella ciotolina.

Tagliare a metà le amarene e togliere delicatamente il nocciolo.

Mettere poco yogurt su ogni savoiardo formando una strisciolina: adagiare sopra ognuno tre mezze amarene con il taglio rivolto verso il basso.

Completare cospargendo di cristalli di zucchero.

Ripetere allo stesso modo per preparare la seconda porzione.

Servire subito.

Scrivo anche qui: