giovedì 31 luglio 2014

Insalata fredda d'avena con verdure, provolone e salsa verde

Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (9)

Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (0) Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (1)

Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (2) Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (3)

Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (4) Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (5)

Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (6) Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (7)

Insalata fredda d'avena con verdure e salsa verde (8)

Insalata fredda d'avena con verdure, provolone e salsa verde

L’insalata di riso è un piatto estivo versatile e gustoso, adatto a buffet, pranzi veloci, picnic.

Io ne ho voluta creare una versione diversa, utilizzando l’avena decorticata, un misto di verdure bio, provolone a cubetti e qualche cucchiaio di “bagnèt verdbio di Natura è Piacere.

Il risultato è stato davvero ottimo: l’avena tiene benissimo la cottura e rimane al dente: provolone, salsa e verdurine danno un carattere spiritoso e colorato alla preparazione, che diventa davvero stuzzicante!

 

INGREDIENTI (per 6 persone)

    • avena decorticata 400 g
    • provolone 150 g
    • verdurine miste per insalata di riso vegetale 1 vasetto
    • salsa verde 4 cucchiai
    • sale
    • pepe

 

PROCEDIMENTO

  • Lessare l’avena decorticata in abbondante acqua con un pugno di sale grosso: scolare al dente, condire con un filo d’olio e fare raffreddare.
  • Scolare le verdure e unirle all’avena.
  • Aggiungere la salsa verde e amalgamare, mescolando delicatamente.
  • Unire il provolone tagliato a cubetti.
  • Riporre in frigorifero in un contenitore di vetro per alimenti con coperchio fino al momento dell’utilizzo.
  • Si può preparare anche il giorno prima.
  • Servire fredda.

mercoledì 30 luglio 2014

Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie

Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie (8)

Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie (1) Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie (2)

Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie (3) Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie (4)

Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie (5) Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie (6)

Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie (7)

Puntine di riso con crema di fagioli cannellini e lenticchie

Le creme di legumi sono fantastiche, energetiche, piene di sapore: io le adoro!

C’è chi i legumi li mangia solo d’inverno, ma io ne faccio golose scorpacciate anche in estate, soprattutto in preparazioni tiepide o fredde.

Questa crema di fagioli cannellini l’ho servita con le puntine di riso e un po’ di lenticchie lessate… una vera squisitezza!

 

INGREDIENTI (per 6 persone)

500 gr di fagioli cannellini secchi

100 gr di lenticchie secche

250 gr di puntine di riso

100 gr di parmigiano grattugiato

2 cipolle

2 carote

2 coste di sedano

2 foglie d’alloro

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

  • Lessare le lenticchie in una capace pentola coma di acqua bollente con un pugno di sale grosso, due foglie di alloro, una costa di sedano, una carota e una cipolla: scolarle al dente, condirle con un filo d’olio e tenere da parte.
  • Mettere i fagioli in una grande ciotola e ricoprirli abbondantemente d’acqua: coprire e farli ammollare a temperatura ambiente per 24 ore.
  • Sciacquare i fagioli e metterli in una capace pentola colma d’acqua: aggiungere un pugno di sale grosso, la cipolla, la carota, il sedano e portare a bollore.
  • Far cuocere a fiamma moderata i fagioli per circa un’ora e mezza/due ore, aggiungendo acqua se necessario: dovranno risultare teneri, ma non spappolati.
  • Passare il tutto al passaverdura (tenere da parte l’acqua di cottura) e raccogliere la purea in una casseruola: aggiungere un litro d’acqua di cottura (se non è sufficiente, aggiungere acqua del rubinetto o brodo vegetale), versarvi le puntine di riso e portare a cottura la pasta.
  • Regolare di sale e, a fuoco spento, aggiungere il parmigiano, mescolando per farlo sciogliere.
  • Disporre in fondine individuali, mettere due cucchiai di lenticchie calde al centro di ogni piatto e completare con un filo d’olio a crudo.
  • Servire calda o tiepida.

lunedì 28 luglio 2014

Anelli di cipolla fritti

Anelli di cipolla fritti (6)

Anelli di cipolla fritti (1) Anelli di cipolla fritti (2)

Anelli di cipolla fritti (3) Anelli di cipolla fritti (4)

Anelli di cipolla fritti (5)

Anelli di cipolla fritti

Semplici, veloci ed economici: anelli di cipolla per tutti!

Questa è la versione vegan, senza uova, solo farina, cipolla e sale: ottimi da servire con l’aperitivo, ma anche come contorno.

Fatene in abbondanza, perché finiranno troppo in fretta!!

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

2 grosse cipolle di Tropea

farina

sale

olio extravergine d’oliva

 

PROCEDIMENTO

Pelare le cipolle, spuntarle e tagliarle a rondelle larghe circa 1/2 cm.

Separare delicatamente ogni strato, ottenendo tanti anelli.

Infarinarli e friggerli in una pentola con abbondante olio bollente: devono essere completamente immersi nell’olio e friggere appena vengono versati.

Non cuocere troppi anelli per volta, altrimenti si attaccheranno tutti tra loro.

Una volta dorati, scolare su carta assorbente, salare e servire subito.

domenica 27 luglio 2014

Padellata di verdure al forno

Padellata di verdure al forno (9)

Padellata di verdure al forno (1) Padellata di verdure al forno (2)

Padellata di verdure al forno (3) Padellata di verdure al forno (4)

Padellata di verdure al forno (5) Padellata di verdure al forno (8)

Padellata di verdure al forno

Adoro andare nell’orto e raccogliere ciò che mi dona Madre Natura: l’estate è ricca e rigogliosa da questo punto di vista e ce n’è per tutti i gusti, basta solo un po’ di fantasia!

Io adoro la semplicità di una bella padellata mista di verdure dell’orto: armatevi quindi di cestino e andate a raccogliere tutto quello che il vostro orticello vi regala ogni giorno.

La parola d’ordine è “freschezza”: tutte le verdure che raccoglierete andranno bene e ogni volta la vostra padellata sarà diversa e coloratissima!

Unite un bel pezzo di pane fatto in casa e sarete in paradiso!

 

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

2 patate

2 zucchine

2 cipolle

1 peperone giallo

1 peperone rosso

1 melanzana

2 spicchi d’aglio

erbe aromatiche miste (timo, rosmarino, salvia, ecc)

olio extravergine d’oliva

aglione (salamoia bolognese)

 

PROCEDIMENTO

Lavare e asciugare le verdure: pelarle, spuntarle e ridurle a rondelle o tocchetti più o meno dello stesso spessore.

Ungere una teglia da forno e mettervi sopra le verdure: unire un filo d’olio, una manciata di aglione, le erbe aromatiche spezzettate grossolanamente  e mescolare con le mani per amalgamare il tutto.

Cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 20/30 minuti, senza mescolare.

Quando le verdure saranno cotte e qualcuna comincerà a bruciacchiarsi, spegnere il forno e metterle in una ciotola di vetro o coccio.

Far intiepidire e servire

mercoledì 23 luglio 2014

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (16)

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (1) Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (2)

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (3) Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (4)

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (5) Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (6)

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (7) Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (8)

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (9) Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (10)

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (11) Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (12)

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (13) Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele (14)

Riso thai alla curcuma con pancetta croccante, salsa di verdure estive e peperoncino caramellato al miele

Quella che pubblico oggi è una ricetta esotica, un piatto unico dedicato a chi ama il piccante… ma non troppo.

Questo piatto unico dai profumi d’oriente ha anche una versione vegetariana che ho già pubblicato (QUI): provate la vostra preferita e fatemi sapere!

 

INGREDIENTI (per 6 persone)

400 gr di pancetta fresca

300 gr di riso thajbonnet

1 cipolla

1 carota

1 zucchina

1 peperone rosso

1 peperone giallo

1 spicchio d’aglio

2 peperoncini piccanti rossi lunghi (freschi)

1 cucchiaio di curcuma in polvere

2 cucchiai di miele

olio extravergine d’oliva

sale

 

PROCEDIMENTO

Mettere due cucchiai di olio in una casseruola di acciaio a fondo spesso e farvi tostare il riso per qualche istante a fuoco vivace: aggiungere mezzo cucchiaino di sale e un cucchiaio di curcuma in polvere.

Coprire d’acqua (almeno due dita d’acqua sopra il riso), mescolare e portare a bollore: abbassare la fiamma al minimo e far sobbollire per 10 minuti.

Spegnere, mettere il coperchio e attendere cinque minuti: scoprire, mescolare, unire un filo d’olio e tenere in caldo.

In una casseruola mettere tre cucchiai d’olio e aggiungere la cipolla a rondelle non troppo sottili, l’aglio a fettine, la carota e la zucchina a rondelle, i peperoni a fette grossolane: cuocere a fuoco vivace, mescolando continuamente, per qualche minuto.

Salare, abbassare la fiamma e cuocere le verdure per un altro po’ di tempo: spegnere, coprire e tenere in caldo.

Mettere la pancetta tagliata a listarelle in una pentola antiaderente e farla rosolare senza aggiungere olio: salare poco, togliere il grasso in eccesso e tenere in caldo.

In un padellino antiaderente far sciogliere due cucchiai di miele: aggiungere i peperoncini tagliati a fette di 1 cm e farli caramellare dolcemente, finché diventeranno lucidi.

Preparare i piatti mettendo in ognuno tre quenelle (ottenute lavorando il riso con due cucchiai leggermente bagnati) al centro:  sopra ognuna mettere un peperoncino caramellato.

Da un lato delle qenelle mettere le verdure e dall’altro la carne.

Servire subito.

lunedì 21 luglio 2014

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (24)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (1) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (2)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (4) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (5)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (7) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (9)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (10) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (11)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (14) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (15)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (16) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (17)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (18) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (19)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (20) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (21)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (22) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (23)

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia

Queste polpette sono delicate e profumate: sono vegetariane e vi assicuro che piaceranno anche ai carnivori di famiglia!

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

Per le polpette:

400 gr di pane da toast

50 gr di parmigiano grattugiato

2 uova

1/2 bicchiere di latte

farina

pangrattato (solo se serve)

sale

pepe

 

Per il condimento:

250 ml di panna liquida

1 cipollotto

1 mazzolino di foglie di salvia fresche

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

foglie fresche di salvia per decorare

 

PROCEDIMENTO

Tagliare a cubetto il pane da toast e metterlo a bagno nel latte: strizzarlo bene con le mani fino a renderlo una poltiglia e mescolarlo a uova, parmigiano, una presa di sale e una macinata di pepe.

Amalgamare bene con le mani per ottenere un composto omogeneo: se dovesse risultare troppo appiccicoso unire un po’ di pangrattato.

Formare delle polpettine grandi come una noce con le mani leggermente bagnate e passarle nella farina.

Friggerle in una padella antiaderente, con il fondo coperto d’olio bollente, formando un unico strato e senza ammassarle troppo: scuotere la padella per rigirarle e cuocerle uniformemente a fuoco medio finché saranno rosolate.

Scolarle su carta assorbente e tenerle da parte.

In una padella pulita mettere tre cucchiai d’olio e farvi soffriggere appena il cipollotto tritato fine e unirvi la salvia finemente tritata a coltello: unire le polpette, la panna, una presa di sale e una di pepe.

Far ritirare leggermente il sughetto, senza farlo asciugare troppo.

Servire decorando con foglie di salvia fresche.

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (13)

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (1) Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (2)

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (3) Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (4)

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (5) Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (6)

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (7) Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (8)

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (9) Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (10)

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (11) Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (12)

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi (14)

Polpettine finger food di zucca al profumo di timo limone e salsa wasabi

Le polpette di zucca sono davvero versatili: avendo un gusto dolce e delicato si sposano bene con diversi ingredienti e consistenze.

Questa volta le ho fatte più piccole, le ho aromatizzate con il timo e le ho servite come stuzzichino per l’aperitivo accompagnandole con la piccante salsa wasabi Grandi Marche: un accoppiata perfetta!

 

INGREDIENTI (per 8 persone)

500 gr di zucca già pulita (senza buccia, semi e filamenti)

400 gr di pangrattato

50 gr di parmigiano grattugiato

1 uovo

qualche rametto di timo limone

salsa wasabi

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Tagliare la zucca a cubetti e metterla in una larga padella con due cucchiai d’olio: far asciugare per qualche minuto a fuoco moderato, rigirando spesso con un cucchiaio di legno.

Dopo circa 10 minuti togliere dal fuoco e far raffreddare.

Mettere la zucca nel mixer assieme a 300 gr di pangrattato, parmigiano, uovo, una presa di sale, una di pepe e le foglioline di timo limone.

Mixare velocemente fino ad ottenere un impasto omogeneo e non troppo morbido: se dovesse risultare troppo appiccicoso, aggiungere pangrattato poco per volta, fino ad ottenere un impasto lavorabile con le mani.

Bagnarsi leggermente le mani e formare delle polpette più piccole di una noce: passarle nel pangrattato rimasto e friggerle in una padella con un dito di olio bollente.

Far dorare le polpette rigirandole delicatamente: scolarle su carta assorbente.

Disporle ancora tiepide su un vassoio, mettere una punta di salsa wasabi su ogni polpetta infilzandola con uno stecchino di legno.

Servire subito.

domenica 20 luglio 2014

Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante

Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (11)

Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (1) Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (2)

Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (3) Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (4)

Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (5)Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (6)

Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (7) Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (8)

Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (9) Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante (10)

Patate fritte con foglie di salvia e ketchup piccante

Patate fritte: che passione!

Lo so che non bisogna esagerare, ma quando viene la stagione delle patate non so resistere!

Andare all’orto, raccogliere le patate raspando con le mani, portarle a casa ancora sporche di terra… non ce n’è per nessuno, questa è davvero un’esperienza da provare!

Questa è la mia variante preferita, con salvia fritta, aglio fresco e ketchup piccante biologico gluten free Natura è piacere… da leccarsi le dita: adatto anche a chi è celiaco, vista la presenza di alimenti senza glutine!

Per controllare che gli ingredienti utilizzati siano senza glutine si consiglia di fare sempre riferimento al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC).

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

1 kg di patate nuove

1 litro di olio extravergine d’oliva

5/6 spicchi d’aglio fresco

3/4 rametti di salvia fresca

aglione (salamoia bolognese)

ketchup piccante

 

PROCEDIMENTO

Pelare le patate e sciacquarle sotto acqua corrente.

Tagliarle non troppo spesse (io utilizzo un apposito attrezzo che le taglia a zig-zag) a bastoncini e farle asciugarle su un canovaccio pulito.

Lavare e asciugare la salvia.

Pelare l’aglio.

Mettere l’olio in una padella e portarlo al punto ideale per cominciare a friggere: per capire se è giunto il momento di versare le patate, posizionare al centro della padella una patatina e, se comincia a friggere subito, significa che è pronto.

Versare le patate facendo attenzione a non ammassarle: devono cuocere su un unico strato, altrimenti si attaccheranno tra loro e non friggeranno bene.

Muovere le patate con un cucchiaio di legno solo appena immerse, poi non mescolarle più fino a che risulteranno dorate sotto: dopo qualche istante di cottura, aggiungere l’aglio (toglierlo appena comincia a dorarsi, altrimenti darà un gusto amaro) e le foglie di salvia qua e là.

Appena la parte sotto delle patate sarà dorata, voltarle delicatamente con un cucchiaio di legno, cercando di staccare quelle che si saranno leggermente attaccate.

Quando risulteranno dorate in maniera omogenea (ma non troppo scure, mi raccomando!), togliere le patate e la salvia dalla padella con una schiumarola e far scolare l’olio in eccesso: adagiarle in una ciotola coperta con carta assorbente, farle asciugare per pochi attimi, poi togliere la carta assorbente, salare con una manciata di aglione e servire subito, accompagnando con ketchup piccante.

Scrivo anche qui: