VIDEO RICETTA

giovedì 30 aprile 2020

Piadina a modo mio

Piadina a modo mio (6)

Piadina a modo mio (1)Piadina a modo mio (2)
Piadina a modo mio (3)Piadina a modo mio (4)
Piadina a modo mio (5)
Piadina a modo mio
Questa non è la ricetta originale della piadina romagnola, perché contiene lievito di birra, assolutamente vietato nella ricetta originale, e non contiene strutto.
E' una mia rivisitazione, in chiave vegetariana, facile da farcire e da servire anche arrotolata.

INGREDIENTI

Per 12 piadine:
  • farina 0 1 kg
  • olio extravergine d'oliva 4 cucchiai
  • sale fino 2 cucchiaini
  • lievito di birra fresco 25 g (1 cubetto)
  • acqua tiepida 300/350 ml
  • farina per la spianatoia


PROCEDIMENTO

Mettere in una ciotola la farina, unire olio e lievito sbriciolato, mescolare un po' e unire il sale
Impastare aggiungendo a poco a poco l'acqua, fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico.
Coprire a campana con una ciotola e far lievitare per circa tre ore.
Formare 12 palline da circa 130 g l’una e spianarle con un mattarello dando la classica forma rotonda della piada (circa 15-20 cm di diametro).
Scaldare bene la piastra di ghisa rotonda e cuocervi le piade ad una ad una avendo cura di girarle una sola volta (circa 2 minuti per parte).
Dovranno risultare colorite (con i classici puntini), ma non troppo.
Servire subito con sottaceti, salumi e formaggi (o spalmate di crema al cacao e nocciole) oppure farle raffreddare bene e conservarle in sacchetti per alimenti ben chiusi (si conservano qualche giorno): al momento di consumarle, passarle un minuto per parte sulla piastra di ghisa ben calda o nel forno e servire.

mercoledì 29 aprile 2020

Focaccia genovese olio, sale e rosmarino

 Focaccia genovese (olio, sale e rosmarino) (8)
Focaccia genovese (olio, sale e rosmarino) (1) Focaccia genovese (olio, sale e rosmarino) (2)
Focaccia genovese (olio, sale e rosmarino) (3) Focaccia genovese (olio, sale e rosmarino) (4)
Focaccia genovese (olio, sale e rosmarino) (5) Focaccia genovese (olio, sale e rosmarino) (6)
Focaccia genovese (olio, sale e rosmarino) (7)
Questa focaccia è uno dei miei piatti forti e non può mai mancare in nessuna delle serate tra amici o nei buffet per i compleanni di famiglia: da quando ho imparato a farla a un corso sulla panificazione, tanti anni fa, è diventata uno dei miei cavalli di battaglia.
La ricetta è semplice e il successo è garantito: bisogna solo prestare attenzione alla cottura e non farla cuocere troppo, altrimenti il risultato è una focaccia troppo asciutta e poco soffice.
Il rosmarino deve essere fresco, non secco,  altrimenti si perde in sapore e profumo: è davvero un’altra storia!

INGREDIENTI (per 6-8 persone)
Per l’impasto:
  • farina 0 1 kg
  • acqua tiepida 500 g
  • olio extravergine d'oliva 60 g
  • sale fino 2 cucchiaini rasi
  • lievito di birra 1/2 cubetto (o 1/2 bustina)
  • malto o zucchero 20 g
Per la superficie:
  • rosmarino fresco
  • olio extravergine d’oliva
  • sale grosso
PROCEDIMENTO
  • Mescolare tutti gli ingredienti per l’impasto in una ciotola, trasferire sul piano di lavoro e impastare fino ad amalgamare il tutto (qualche minuto).
  • Formare una palla e farla lievitare per una o due ore a temperatura ambiente coperta con una ciotola (fino a raddoppio del volume).
  • Ungere una teglia con olio, cospargendolo con le mani fino ai bordi.
  • Stendere l’impasto sul piano di lavoro, poi trasferirlo sulla teglia unta.
  • Versare qualche cucchiaio d’olio sulla superficie  e spalmarlo con le mani fino a ungere tutta la focaccia.
  • Premere con le dita la superficie della pasta creando tanti piccoli solchi.
  • Cospargere con un po’ di sale grosso e ciuffetti di rosmarino.
  • Cuocere in forno preriscaldato a 200°C per circa 15 minuti sulla griglia più bassa del forno.
  • Sfornare appena inizia a colorarsi.
  • Far intiepidire e servire calda tagliata a losanghe o farcire a piacere.

martedì 28 aprile 2020

Zucchine gratinate

Zucchine gratinate (7)
Zucchine gratinate (1) Zucchine gratinate (2)
Zucchine gratinate (3) Zucchine gratinate (4)
Zucchine gratinate (5) Zucchine gratinate (6)
Zucchine gratinate
Adoro le zucchine e questo è un modo veloce e gustoso di prepararle: minima spesa, massima resa!
Si possono servire come antipasto o come contorno, ma sono l’ideale anche per un buffet o per un picnic, perché sono deliziose sia calde che tiepide o fredde.

INGREDIENTI (per 4 persone)

PROCEDIMENTO
  • Lavare e spuntare le zucchine.
  • Tagliare le zucchine a fette dello spessore di circa 1/2 cm.
  • Ungere una teglia con poco olio, spalmandolo con le mani.
  • Mettere le zucchine a fette in una ciotola con un po’ d’olio e mescolare con le mani per distribuire bene il condimento.
  • Adagiare le fette di zucchine sulla teglia: farne un unico strato, senza ammassarle.
  • Salare leggermente con l’aglione.
  • Distribuire il parmigiano grattugiato sulla superficie delle zucchine.
  • Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti, azionando il grill negli ultimi 5 minuti.
  • Sfornare quando sono dorate.
  • Servire calde, tiepide o fredde.

lunedì 20 aprile 2020

Frittelle vegetariane al profumo di salvia

Cotolette vegetariane al profumo di salvia (9)
Cotolette vegetariane al profumo di salvia (1) Cotolette vegetariane al profumo di salvia (2)
Cotolette vegetariane al profumo di salvia (3) Cotolette vegetariane al profumo di salvia (7) 
Frittelle vegetariane al profumo di salvia
Quando ero piccola, uno dei miei piatti preferiti era la cotoletta. Quando mia mamma e mia nonna le preparavano, alla fine rimanevano sempre un po' di uovo e pangrattato: mescolavano i due ingredienti, un po' di sale e pepe e via a friggere queste frittelline senza carne... io le adoravo!
Ora che sono vegetariana, le preparo spesso: sono ottime anche fredde, per farcire panini o per picnic all'aria aperta.
Questa è la mia variante al profumo di salvia.

INGREDIENTI (per 4 persone)
  • pangrattato 400 g
  • farina 100 g
  • uova 6
  • foglie di salvia 10
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO
  • Sbattere leggermente le uova in una ciotola con tre pizzichi di sale e una macinata di pepe.
  • Aggiungere farina e pangrattato alle uova, amalgamando con una forchetta, fino ad ottenere un composto appiccicoso.
  • Prelevare cucchiaiate di impasto e friggerle in una larga padella con abbondante olio bollente assieme alle foglie di salvia ben asciutte.
  • Dorare le frittelle da entrambi i lati.
  • Scolare frittelle e foglie di salvia su carta assorbente.
  • Servire subito accompagnando con le foglie di salvia fritte.

sabato 18 aprile 2020

Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta

Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta (8)
 Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta (4)Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta (5) 
Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta (7)
Arriva la Primavera ed esplode la voglia di piatti freschi, leggeri, profumati: la menta sul balcone sta crescendo rigogliosa e mi è venuta voglia di metterla nel piatto, per portare un tocco di aroma primaverile a questo primo piatto.

INGREDIENTI (per 4 persone)

PROCEDIMENTO
  • Tritare cipollotto e aglio e farli soffriggere leggermente in una padella con tre cucchiai d’olio.
  • Lavare e spuntare le zucchine, tagliarle a metà per il lungo e affettarle abbastanza sottili.
  • Unire le zucchine al cipollotto e mescolare delicatamente.
  • Unire sale e pepe.
  • Spegnere prima che le zucchine si cuociano troppo: devono rimanere croccanti.
  • A fuoco spento, unire due o tre foglioline di menta tritate e mescolare.
  • Lessare le penne in abbondante acqua bollente salata e scolarle al dente.
  • Condire le penne con le zucchine e il cipollotto mescolando delicatamente.
  • Distribuire nei piatti individuali e servire subito.

Risotto agli asparagi

Risotto con gli asparagi (10)
Risotto con gli asparagi (3)Risotto con gli asparagi (4)
Risotto con gli asparagi (5)Risotto con gli asparagi (6)
Risotto con gli asparagi (7)Risotto con gli asparagi (9)
Ecco una ricetta che sa di Primavera: fresca, salutare e davvero gustosa!
L’ingrediente di base deve rispecchiare l’eccellenza culinaria regionale emiliana, quindi consiglio vivamente di utilizzare l’asparago verde di Altedo IGP, prodotto nella zona tra Bologna e Ferrara, celebrato ogni anno nella Sagra dell’Asparago Verde di Altedo IGP.
Per il riso, io amo particolarmente il carnaroli biologico dell'Azienda Agricola Cerutti, mentre il parmigiano e il burro sono dell'Azienda Casumaro: i prodotti di entrambe le aziende si possono ordinare sul loro sito è www.latteuovabio.it
Festeggiamo quindi la Primavera con questo buonissimo piatto vegetariano della tradizione emiliana!


INGREDIENTI (per 6 persone)
  • riso carnaroli 350 g
  • asparagi di Altedo 300 g
  • burro 50 g
  • parmigiano grattugiato 50 g
  • brodo vegetale 1,5 litri
  • cipolla 1
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO

Lavare gli asparagi ed eliminare i pochi cm più duri della parte finale del gambo.
Tagliare le punte (circa 3 cm) e metterle da parte.
In una tegame antiaderente, far soffriggere la cipolla tritata con 20 g di burro: una volta appassita la cipolla, farvi tostare il riso per qualche istante, finché comincia a sfrigolare.
Aggiungere al riso solo i gambi di asparagi tagliati a rondelline (le punte tenetele ancora da parte) e un mestolo di brodo caldo per volta, mescolando e precedendo nello stesso modo ogni volta che il riso si asciugherà.
Procedere così fino alla fine della cottura.
A cottura quasi ultimata unire le punte di asparagi e mescolare.
Regolare di sale, aggiungere una macinata di pepe fresco, il burro rimasto, il parmigiano, mezzo mestolo di brodo, mescolare bene, mettere il coperchio, spegnere il fuoco e "dimenticarsi" del riso lasciandolo riposare per circa 5 minuti.
Servire caldo.

domenica 12 aprile 2020

Biscotti pasquali di frolla, cacao e zucchero di canna

Biscotti pasquali di frolla e cacao

Biscotti pasquali di frolla e cacao (1) Biscotti pasquali di frolla e cacao (2)
Biscotti pasquali di frolla e cacao (3) Biscotti pasquali di frolla e cacao (4)
Biscotti pasquali di frolla e cacao (7) Biscotti pasquali di frolla e cacao (5)
Biscotti pasquali di frolla e cacao (6) Biscotti pasquali di frolla e cacao (9)
Questi deliziosi biscotti a tema pasquale sono ideali per Pasqua e Pasquetta  per portare allegria e dolcezza!
Per ottenere le formine di gallina, uovo e pulcino, ho utilizzato lo stampo in silicone “My Easter cookies” di Silikomart.
Gli ingredienti con l’asterisco appartengono al Commercio Equosolidale.
INGREDIENTI (per 9 biscottoni)

PROCEDIMENTO
  • Lavorare burro freddo e farina con la punta delle dita velocemente, fino ad ottenere un impasto omogeneo.
  • Unire le uova, amalgamare, poi aggiungere cacao, cannella e sale, impastando velocemente fino a formare una palla.
  • Dividere l’impasto in nove palline uguali, poi mettere ogni pallina al centro di una formina dello stampo in silicone e cominciare ad appiattirla, cercando di pareggiarla e pressarla facendola aderire bene alla figura in silicone: bisogna avere cura di lasciar libera la parte destinata al buco, che poi servirà per decorare i biscotti con nastrini vari.
  • Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 15 minuti, sulla teglia centrale, in forno statico, senza ventola.
  • Sfornare, sformare i biscotti e farli raffreddare su una gratella per dolci.
  • Quando saranno freddi, decorare i biscotti con nastrini di rafia o raso e usarli come segnaposto oppure appenderli in attesa di essere mangiati.
  • Si conservano qualche giorno in una scatola di latta.

Agnellino di Pasqua di pasta di pane

Agnellino di Pasqua di pasta di pane (13)
Agnellino di Pasqua di pasta di pane (1) Agnellino di Pasqua di pasta di pane (2)
Agnellino di Pasqua di pasta di pane (4) Agnellino di Pasqua di pasta di pane (5)
Agnellino di Pasqua di pasta di pane (7) Agnellino di Pasqua di pasta di pane (9)
Agnellino di Pasqua di pasta di pane (10) Agnellino di Pasqua di pasta di pane (13) 
Ecco il mio agnellino di Pasqua, fatto di pasta di pane, perfetto come centrotavola nella tavola pasquale: è una ricetta molto semplice , ma di sicuro effetto e molto scenografica.
Questa ricetta è il mio regalo per augurare a tutti voi Buona Pasqua assieme alla vostra famiglia e agli amici più cari!

INGREDIENTI (per un agnellino 50x60 cm circa)
Per l’impasto:
  • farina 700 gr
  • acqua  350 ml
  • olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • lievito di birra 1 cubetto
  • sale fino 1 cucchiaino
Per completare:
  • tuorlo d’uovo 1
  • chiodi di garofano 2

PROCEDIMENTO
  • Mettere la farina in una grande ciotola (o a fontana sul piano di lavoro) con al centro lievito, olio e sale (quest’ultimo lontano dal lievito).
  • Unire l’acqua e amalgamare bene il tutto con le mani impastando non troppo a lungo.
  • Formare una palla liscia e omogenea e farla lievitare coperta dalla ciotola a temperatura ambiente per almeno tre ore.
  • Prelevare piccoli pezzi d’impasto, formare dei rotolini, poi avvolgerli a spirale per ottenere i riccioli della lana dell’agnellino.
  • Per la testa formare una pallina poi un’ovale.
  • Per le zampe, formare quattro cilindretti di impasto.
  • Posizionare sulla piastra tutti gli elementi formando l’agnellino.
  • Far lievitare per una mezz’ora coperto da un telo.
  • Una volta lievitato aggiungere i due chiodi di garofano per ottenere gli occhi.
  • Spennellare tutta la superficie dell’agnellino con il tuorlo sbattuto.
  • Cuocere per circa 20 minuti in forno preriscaldato al massimo (230/250°C) nella parte bassa del forno, meglio se ventilato.
  • Verificare la cottura: deve risultare dorato ma soffice e ben cotto anche sotto.
  • Far raffreddare l’agnellino di pane, staccarlo delicatamente dalla piastra e servirlo in tavola ancora tiepido sul tagliere di legno.

Scrivo anche qui: