sabato 29 marzo 2014

Minestra con soia gialla, ceci e patate

Minestra con soia gialla, ceci e patate (7)

Minestra con soia gialla, ceci e patate (2)Minestra con soia gialla, ceci e patate (3)

Minestra con soia gialla, ceci e patate (4)Minestra con soia gialla, ceci e patate (5)

Minestra con soia gialla, ceci e patate (6)

Minestra con soia gialla, ceci e patate

Invece della solita minestrina, oggi ho cucinato della soia spezzettata (si prepara in 15 minuti) con ceci e patate: il risultato è stata una zuppetta vegana molto sostanziosa e ghiotta!

Per questa ricetta ho usata la soia gialla biologica Ecor: potete trovare i prodotti Ecor in vendita nei negozi NaturaSì e Cuorebio, oppure online su Emporio Ecologico

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

200 gr di soia gialla spezzettata

100 gr di ceci lessati

2 patate

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Mettere  a bollire la soia spezzettata in una pentola con il doppio dell’acqua, una presa di sale, le patate a cubetti e i ceci.

Cuocere contando 15 minuti dalla riresa del bollore.

Spegnere, coprire e far riposare cinque minuti.

Disporre nei piatti individuali, completare con un filo d’olio a crudo e servire subito.

Ciambella allo yogurt al profumo di arancia

Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (9)

Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (0)Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (1)

Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (3)Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (4)

Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (5)Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (6)

Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (7)Ciambella allo yogurt al profumo di arancia (8)

Ciambella allo yogurt al profumo di arancia

Questa semplice ciambella ha di particolare l’aroma che sprigiona: profumo di arancia!

Se non avete a disposizione succo d’arancia appena spremuto, potete usare il succo 100% arancia rossa biologico Genesis, che lo sostituisce in maniera eccellente!

 

INGREDIENTI (per 8 porzioni)

3 uova
2 bicchieri di zucchero (fruttosio)
3 bicchieri di farina
1 bicchiere di yogurt bianco
1 bicchiere di olio di semi di girasole

1 bicchiere di succo d’arancia

la scorza grattugiata di 1 arancia
1 bustina di lievito per dolci

1 pizzico di sale

PROCEDIMENTO
Mescolare bene le uova con lo zucchero, unire gradatamente lo yogurt, poi l’olio, aggiungere la farina e il lievito, la scorza grattugiata dell’arancia e metà del succo, il pizzico di sale.
Mescolare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, versare in uno stampo per dolci rotondo (circa 24 cm di diametro) e cuocere per circa 40 minuti in forno preriscaldato a 180°C.

Verificare la cottura facendo la prova dello stecchino di legno: si inserisce al centro della ciambella e, se esce asciutto, è cotta, altrimenti si deve proseguire la cottura per qualche altro minuto.
Sfornare, versare il succo d’arancia rimasto sulla superficie ancora calda, far raffreddare su una gratella per dolci.

Una volta fredda, conservare all’asciutto, coperta con un canovaccio.

lunedì 24 marzo 2014

Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck

Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (9)

Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (1)Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (2)

Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (3)Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (4)

Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (5)Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (6)

Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (7)Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck (8)

Tagliatelle senza glutine con panna, broccoli e speck

Con la pasta senza glutine si può inventare un primo appetitoso per accogliere a cena anche i nostri amici celiaci: spesso vengono servite paste senza glutine senza “carattere”, insapori e appiccicose… non è questo il caso!

Con le dovute e semplici accortezze, le tagliatelle senza glutine BiAlimenta si trasformano in questo primo piatto succulento: provare per credere!

Consiglio sempre, prima di preparare un piatto per amici celiaci, di consultare le linee guida consigliate dall’AIC (Associazione Italiana Celiachia).

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

400 gr di tagliatelle senza glutine

250 ml di panna fresca

2 broccoli

2 fettine di speck spesse 1/2 cm tagliate a listarelle

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Sciacquare velocemente i broccoli, pelare il gambo e tagliare solo la parte centrale tenera a rondelle; dalla sommità del broccolo ricavare tante cimette, tagliandole in due parti se troppo grandi.

Soffriggere delicatamente aglio e cipolla tritati in una casseruola con tre cucchiai di olio: aggiungere le rondelle e le cimette dei broccoli, aggiungere sale e pepe e cuocere a fuoco moderato per qualche minuto, rigirando spesso con un cucchiaio di legno.

Dopo pochi minuti aggiungere la panna fresca, far ritirare leggermente e spegnere: regolare di sale e pepe.

A parte, soffriggere lo speck in una padellina con un un filo d’olio.

Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata per quattro minuti dal bollore, poi spegnere, coprire e far passare altri quattro minuti, infine assaggiare di tanto in tanto per verificare il grado di cottura desiderato: scolare e mescolare ai broccoli, poi unire lo speck.

Disporre nei piatti individuali e servire subito.

domenica 23 marzo 2014

Quiz Chef: Simone Rugiati ti sfida!

Che siate chef stellati, massaie esperte o semplici appassionati dei fornelli, ecco il gioco che fa per voi: QUIZ CHEF!

Quiz Chef (1)

E’ un gioco per tutta la famiglia, da giocare con gli amici e i familiari per sfidarsi e decidere chi è l’intenditore DOC di cucina e tradizione culinaria italiana ed estera.

Quiz Chef (2)

Si può decidere di scegliere la versione domande semplici o per esperti, calibrando la difficoltà in base alla preparazione dei partecipanti.

Quiz Chef (3)

Quiz Chef è un gioco divertente e curioso, nato dalla collaborazione tra dV Giochi e Simone Rugiati giovane chef famoso nel panorama televisivo.


Per saperne di più su Quiz Chef potete visitare il sito dedicato:

http://www.quizchef.it/


Per acquistare Quiz Chef potete cliccare QUI.


QUIZ CHEF

dV Giochi

12,90 euro

Risotto alle zucchine

Risotto alle zucchine (8)

Risotto alle zucchineRisotto alle zucchine (1)

Risotto alle zucchine (3)Risotto alle zucchine (2)

Risotto alle zucchine (5)Risotto alle zucchine (7)

Risotto alle zucchine

Il risotto alle zucchine è uno dei miei piatti preferiti: deve essere cremoso, all’onda… un risottino da leccarsi i baffi!

Per cucinarlo potete preparare un buon brodo vegetale con verdure fresche (cipolla, sedano e carota), altrimenti potete ricorrere a un buon preparato per brodo granulare vegetale come quello di Cà dei Fiori, rigorosamente biologico.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

320 gr di riso carnaroli

100 gr di parmigiano grattugiato

3 zucchine medie

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

brodo vegetale

burro

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Tritare la cipolla e farla rosolare dolcemente in una casseruola con una noce di burro: unire il riso e farlo tostare mescolando, finché comincia a “sfrigolare”.

Unire le zucchine tagliate a tocchetti e un mestolo di brodo: mescolare e cuocere al minimo.

Continuare a cuocere il risotto aggiungendo un mestolo di brodo ogni volta che si asciuga, mescolando delicatamente di tanto in tanto.

A cottura ultimata, regolare di sale e pepe, spegnere e aggiungere una noce di burro, il parmigiano e un mestolino di brodo: mescolare, coprire e far riposare 10 minuti.

Mescolare e servire.

sabato 22 marzo 2014

Roveja e patate

Roveja e patate (9)

Roveja e patate (1)Roveja e patate (2)Roveja e patate (3)Roveja e patate (4)Roveja e patate (5)Roveja e patate (6)Roveja e patate (7)Roveja e patate (8)

Roveja e patate

La roveja è un antica varietà di legume una volta molto diffusa in Umbria, oggi quasi completamente estinta: il suo recupero è stato possibile grazie alla volontà di alcuni agricoltori umbri, che hanno voluto tramandare il valore storico e alimentare di questo legume, reintroducendola nelle loro coltivazioni e riproponendola in commercio.

Per questo piatto della tradizione umbra, io ho utilizzato la roveja biologica di Casale1485, coltivata nella zona di Colfiorito, eccellenza italiana conosciuta in tutto il mondo soprattutto per le famose lenticchie.

 

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

500 gr di patate

200 gr di roveja

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Mettere la roveja in una ciotola e coprirla abbondantemente d’acqua: lasciarla in ammollo per 24 ore.

Scolare la roveja, sciacquarla e metterla in una pentola con il doppio dell’acqua, un pugno di sale e cuocere per un’ora: spegnere e scolare la roveja, tenendo da parte il brodo di cottura.

Soffriggere aglio e cipolla in un tegame di coccio assieme a tre cucchiai di olio, aggiungere le patate (pelate e tagliate a tocchetti, farle rosolare un po’ e unirvi la roveja assieme a un mestolo del brodo di cottura.

Cuocere a fiamma bassa fino a cottura delle patate e della roveja, aggiungendo brodo se serve e regolando di sale e pepe: al termine della cottura, si deve ottenere una zuppetta densa, non brodosa, ma nemmeno troppo asciutta.

Spegnere, coprire e far intiepidire per un quarto d’ora.

Servire tiepido o caldo, ma non bollente, unendo un filo d’olio a crudo al momento di servire.

sabato 15 marzo 2014

Brownies al cacao e yogurt con composta di pera e mela

Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (10)
Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (1)Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (2)
Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (3)Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (4)
Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (5)Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (6)
Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (7)Brownies vegan al cacao con composta di pera e mela (8)
Brownies al cacao e yogurt con composta di pera e mela
Invece della solita ciambella al cioccolato, oggi ho cucinato questi brownies allo yogurt, inserendo nell’impasto la composta di pera e mela biologica di Rob del Bosco Scuro: il risultato è stato un impasto compatto e umido, proprio adatto a creare brownies perfetti!
Consiglio di tagliare i brownies e cospargerli con zucchero a velo solo al momento di servire, per mantenerli morbidi e per non far sciogliere lo zucchero.

INGREDIENTI
3 uova
300 gr di composta di pera e mela
2 bicchieri di farina 00
2 bicchieri di zucchero (fruttosio)
1 bicchiere di cacao amaro in povere
1 bicchiere di yogurt
1 bicchiere di olio di semi di girasole
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
zucchero a velo per decorare
burro e farina per lo stampo

PROCEDIMENTO
Mescolare con una frusta a mano zucchero e uova.
Unire lo yogurt, l’olio e il sale, un po’ per volta, sempre mescolando.
Aggiungere la farina e il lievito, continuando a mescolare.
Aggiungere la composta di pera e mela e amalgamare il tutto.
Ungere con il burro una teglia rettangolare, infarinarla, eliminare la farina in eccesso e versarvi l’impasto, che dovrà risultare alto circa 2,5 cm.
Sbattere lo stampo leggermente sul piano di lavoro, per livellare e per eliminare bolle d’aria.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 40 minuti.
Togliere dal forno, testare la cottura (inserendo uno stuzzicadenti al centro della torta: se esce asciutto significa che la torta è cotta) e far raffreddare.
Sformare la ciambella su una gratella per dolci e far raffreddare completamente.

mercoledì 12 marzo 2014

Tagliatelle ai funghi

Tagliatelle con sugo ai funghi (17)

Tagliatelle con sugo ai funghi (1)Tagliatelle con sugo ai funghi (2)

Tagliatelle con sugo ai funghi (3)Tagliatelle con sugo ai funghi (4)

Tagliatelle con sugo ai funghi (5)Tagliatelle con sugo ai funghi (6)

Tagliatelle con sugo ai funghi (7)Tagliatelle con sugo ai funghi (8)

Tagliatelle con sugo ai funghi (9)Tagliatelle con sugo ai funghi (10)

Tagliatelle con sugo ai funghi (11)Tagliatelle con sugo ai funghi (12)

Tagliatelle con sugo ai funghi (13)Tagliatelle con sugo ai funghi (14)

Tagliatelle con sugo ai funghi (15)Tagliatelle con sugo ai funghi (16)

Tagliatelle all’uovo al sugo di funghi

Le tagliatelle ai funghi sono un piatto veramente speciale e richiamano goderecce mangiate in compagnia di amici attorno ad una tavola imbandita: è divertente prepararle e cucinarle e finiranno velocemente appena le metterete in tavola, perché alle tagliatelle fresche non si può davvero resistere!

Per questa ricetta ho utilizzato la salsa di pomodoro biologica Sarchio, vellutata e corposa, adatta ad accogliere i funghi in un abbraccio ideale: cosa aspettate, mettetevi subito al lavoro!

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

Per le tagliatelle:

4 uova

400 gr di farina 00

farina per la spianatoia

 

Per il condimento:

500 gr di funghi freschi

400 gr di salsa di pomodoro

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

parmigiano grattugiato per servire

 

PROCEDIMENTO

Per le tagliatelle: fare la fontana con la farina, mettere al centro le uova e sbatterle leggermente con la forchetta, incorporando lentamente la farina.

Impastare a mano fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea (morbida, ma non appiccicosa): formare una palla, metterla dentro un sacchetto per alimenti e farla riposare mezz’ora (risulterà più facile tirarla con il mattarello).

Stenderla  la pasta con il mattarello fino ad ottenere una pasta liscia e sottile (2-3 mm): farla asciugare sopra una tovaglia pulita per farla asciugare un po’, poi avvolgerla su se stessa.

Tagliare le tagliatelle della larghezza desiderata con una coltellina ben affilata, poi stenderle su un canovaccio pulito, rivoltandole di tanto in tanto perché non si ammassino troppo.

Per il condimento: tritare cipolla e aglio e soffriggerli in tre cucchiai di olio in un tegame di coccio.

Pulire i funghi, tagliare la parte finale del gambo con la terra e affettarli: unirli alla cipolla e all’aglio nel tegame, cuocere qualche minuto e, quando si saranno ammorbiditi, unire la salsa di pomodoro e due bicchieri d’acqua.

Regolare di sale e pepe.

Abbassare la fiamma e cuocere, facendolo sobbollire per circa un’oretta, mescolandolo di tanto in tanto, aggiungendo un po’ d’acqua se si asciuga troppo.

Il sugo è pronto  quando si è ritirato tutto il liquido, ma non deve risultare troppo asciutto.

Lessare le tagliatelle in abbondante acqua bollente salata, scolarle appena riprendono il bollore e cominciano ad affiorare in superficie.

Condire le tagliatelle con il ragù, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno per amalgamare.

Scrivo anche qui: