Visualizzazione post con etichetta CIPOLLOTTO. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta CIPOLLOTTO. Mostra tutti i post

sabato 1 agosto 2020

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia

Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (24)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (1) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (2)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (4) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (5)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (7) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (9)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (10) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (11)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (14) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (15)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (16) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (17)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (18) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (19)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (20) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (21)
Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (22) Polpette di pane vegetariane con salsa di panna alla salvia (23)

Queste polpette sono delicate e profumate: sono vegetariane e vi assicuro che piaceranno anche ai carnivori di famiglia!

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

Per le polpette:
  • pane da toast 400 g
  • parmigiano grattugiato 50 g
  • uova 2
  • latte 1/2 bicchiere
  • farina
  • pangrattato
  • sale
  • pepe

Per il condimento:
  • panna liquida 250 ml
  • cipollotto 1
  • foglie di salvia fresche 1 mazzolino
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • foglie fresche di salvia per decorare


PROCEDIMENTO

Tagliare a cubetti il pane da toast e metterlo a bagno nel latte: strizzarlo bene con le mani fino a renderlo una poltiglia e mescolarlo a uova, parmigiano, una presa di sale e una macinata di pepe.
Amalgamare bene con le mani per ottenere un composto omogeneo: se dovesse risultare troppo appiccicoso unire un po’ di pangrattato.
Formare delle polpettine grandi come una noce con le mani leggermente bagnate e passarle nella farina.
Friggerle in una padella antiaderente, con il fondo coperto d’olio bollente, formando un unico strato e senza ammassarle troppo: scuotere la padella per rigirarle e cuocerle uniformemente a fuoco medio finché saranno rosolate.
Scolarle su carta assorbente e tenerle da parte.
In una padella pulita mettere tre cucchiai d’olio e farvi soffriggere appena il cipollotto tritato fine e unirvi la salvia finemente tritata a coltello: unire le polpette, la panna, una presa di sale e una di pepe.
Far ritirare leggermente il sughetto, senza farlo asciugare troppo.
Servire decorando con foglie di salvia fresche.

mercoledì 13 maggio 2020

Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino

Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (9)
Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (1)
Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (2)Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (3)
Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (4)Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (5)
Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (6)Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (7)
Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (8)
Spaghetti di riso con uova, verdure e peperoncino (10)

Gli spaghetti di riso alle verdure sono uno dei miei piatti preferiti e li preparo spesso a casa: è semplice e bastano pochi ingredienti per ottenere un piatto gustoso e rigorosamente vegetariano.


INGREDIENTI (per 6 persone)
  • spaghetti di riso 500 g
  • uova 2
  • zucchine 2
  • carote 2
  • cipollotto 1
  • aglio 2 spicchi
  • peperoncino rosso piccante fresco 1
  • salsa di soia
  • olio di semi di girasole
  • sale


PROCEDIMENTO
Mettere gli spaghetti di riso a mollo in acqua a temperatura ambiente per circa 20/30 minuti.
Tagliare a fettine sottili aglio, cipolla e peperoncino.
Grattugiare carote e zucchine.
Scaldare il wok (o una grande padella antiaderente), aggiungere due cucchiai di olio e aggiungervi le uova sgusciate, mescolando velocemente con una forchetta, per ottenere delle uova strapazzate, ma senza far asciugare troppo: metterle da parte e ripulire il wok.
Mettere nel wok tre cucchiai di olio e saltarvi cipolla e aglio, mescolando continuamente, poi aggiungere zucchine e carote: salare, saltare pochi istanti, aggiungere gli spaghetti e le uova, poi tre o quattro cucchiai di salsa di soia, mescolando continuamente.
Quando il tutto è ben amalgamato e gli spaghetti sono pronti, spegnere e portare in tavola direttamente dentro il wok: servire nelle classiche scodelle cinesi, e mangiare rigorosamente con le bacchette!
Il peperoncino consiglio di soffriggerlo a parte, con due cucchiai di olio: servirlo in tavola in una ciotolina da cui ci si servirà a piacere.

sabato 18 aprile 2020

Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta

Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta (8)
 Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta (4)Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta (5) 
Penne vegan con zucchine, cipollotto fresco e menta (7)
Arriva la Primavera ed esplode la voglia di piatti freschi, leggeri, profumati: la menta sul balcone sta crescendo rigogliosa e mi è venuta voglia di metterla nel piatto, per portare un tocco di aroma primaverile a questo primo piatto.

INGREDIENTI (per 4 persone)

PROCEDIMENTO
  • Tritare cipollotto e aglio e farli soffriggere leggermente in una padella con tre cucchiai d’olio.
  • Lavare e spuntare le zucchine, tagliarle a metà per il lungo e affettarle abbastanza sottili.
  • Unire le zucchine al cipollotto e mescolare delicatamente.
  • Unire sale e pepe.
  • Spegnere prima che le zucchine si cuociano troppo: devono rimanere croccanti.
  • A fuoco spento, unire due o tre foglioline di menta tritate e mescolare.
  • Lessare le penne in abbondante acqua bollente salata e scolarle al dente.
  • Condire le penne con le zucchine e il cipollotto mescolando delicatamente.
  • Distribuire nei piatti individuali e servire subito.

sabato 28 marzo 2020

Frittatine con cipollotto fresco e sgarbazza

Frittatine con cipollotto fresco (13)
Frittatine con cipollotto fresco (1) Frittatine con cipollotto fresco (2)
Frittatine con cipollotto fresco (3) Frittatine con cipollotto fresco (4)
Frittatine con cipollotto fresco (6) Frittatine con cipollotto fresco (11)
Le frittatine con il cipollotto a casa mia sono molto apprezzate e sono una delle farciture preferite nei panini per il pic-nic: non ci si stanca mai di gustarle, sono saporite e gustose, da accostare a verdure, formaggi o altro, ma eccellenti anche da sole.
Gli ingredienti sono semplici, cipollotti freschi dell’orto e uova di galline felici della mia amica Colette… eccole qui nelle foto:
P1080734 P1080792
P1080766 P1080765
INGREDIENTI (per 4/6 persone)

PROCEDIMENTO
  • Rompere le uova in una ciotola e sbatterle appena con una forchetta: unire un presa di sale, una di pepe e  il parmigiano, amalgamando velocemente con la forchetta.
  • Tagliare a rondelle sottili cipollotto e sgarbazza e unirli al resto.
  • Mettere l’olio nella padella ricoprendone appena il fondo in maniera uniforme e portare a bollore.
  • Mettere nell’olio un cucchiaio di composto: appena comincia a rapprendersi, staccare i bordi con una palettina antiaderente, poi girare la frittatina dopo pochi istanti e cuocerla un altro minuto (se si utilizza una padella grande, si possono cuocere più frittatine alla volta, ma un po’ distanziate).
  • Togliere le frittatine dalla padella appena cotte e farle sgocciolare su un foglio di carta assorbente, meglio se carta gialla.
  • Servire le frittatine tiepide o fredde: sono ottime da sole o dentro i panini per un pic-nic.

giovedì 30 aprile 2015

Ceci con cipollotto fresco

Ceci con cipollotto fresco (6)

Ceci con cipollotto fresco (1) Ceci con cipollotto fresco (2)

Ceci con cipollotto fresco (3) Ceci con cipollotto fresco (4)

Ceci con cipollotto fresco (5) Ceci con cipollotto fresco (7)

Ceci con cipollotto fresco

E’ da qualche anno che è nato il Progetto hOrta, dove un gruppo di instancabili e irriducibili ragazzi di CiccioGas si sono impegnati a coltivare in maniera sostenibile e collettiva alcuni appezzamenti di terreno a Palata Pepoli, nel Comune di Crevalcore, in provincia di Bologna.

Il Gassala, il Gruppo di Acquisto Solidale di cui faccio parte collabora con questo progetto acquistando legumi e cereali hOrta, sempre di ottima qualità e prodotti in maniera biologica.

Questi ceci arrivano direttamente dal Progetto hOrta e sono stati raccolti in questi terreni: QUI.

Per informazioni sul Progetto hOrta, su come aderirvi e su come sostenerlo, visitate questa pagina web di CiccioGas o scrivete una mail a: cicciogas@cicciogas.it

Per saperne di più sui Gruppi di Acquisto Solidale consultate la pagina web di ReteGas: inserendo il nome della vostra città QUI troverete tutti Gas vicini a voi e i contatti per saperne di più e potrete cominciare ad acquistare prodotti biologici e sostenibili da piccoli produttori assieme ad altri consumatori consapevoli.

Per rendere giustizia a questi ceci ho creato una ricetta semplicissima e li ho cotti in un signor tegame di coccio proveniente dalla Fabbrica Ceramiche Giuseppe Mazzotti di Albisola, che produce pentole in terracotta “Made in Albisola” in maniera artigianale dal 1903: per dare un’occhiata a tutta la gamma di pentole in terracotta Mazzotti, cliccate QUI.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

PROCEDIMENTO

  • Mettere i ceci in una capiente ciotola (si gonfieranno) e ricoprirli abbondantemente d’acqua a temperatura ambiente: lasciarli riposare coperti per 24 ore.
  • Scolare i ceci e sciacquarli bene.
  • Mettere i ceci dentro una capace pentola, coprirli con abbondante acqua, unire la foglia d’alloro e un pugno di sale grosso e portare a bollore.
  • Bollire i ceci per circa due ore e mezza: dovranno risultare ammorbiditi, ma ancora sodi.
  • Scolare i ceci e togliere la foglia d’alloro.
  • Far soffriggere in un tegame piatto di coccio il cipollotto e l’aglio fresco, tritati grossolanamente, assieme a tre cucchiai di olio.
  • Unire i ceci scolati, regolare di sale e pepe e mescolare.
  • Far insaporire per qualche minuto e spegnere prima che cipollotto e aglio cuociano troppo.
  • Servire tiepidi.

martedì 28 aprile 2015

Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco

Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (9)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (1) Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (2)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (3) Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (4)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (5) Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (6)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (7) Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (8)
Risotto con asparagi selvatici e cipollotto fresco (10)
Fare una passeggiata nei campi e accorgersi che sull’argine spuntano dei lunghissimi asparagi selvatici è una cosa veramente entusiasmante!
Ero in giro con la mia amica Colette, rientravamo da una visita al suo pollaio, quando lei ha visto tra l’erba questi spilungoni selvatici fare caopolino tra l’erba: che bello!!
Ne abbiamo raccolti sei o sette e, assieme ai cipollotti dell’orto che Colette mi ha raccolto per l’occasione, ho deciso di farci un risottino primaverile vegan da leccarsi i baffi: che goduria!
 
INGREDIENTI (per 4 persone)
Per il brodo vegetale:
 
PROCEDIMENTO
  • Mettere in una pentola colma d’acqua cipolla e aglio sbucciati, la carota pelata, il sedano e una manciata di sale grosso: portare a bollore, poi abbassare la fiamma e far sobbollire per tutta la durata della preparazione.
  • Tagliare le punte agli asparagi e tenerle da parte per la decorazione finale del piatto: tagliare a rondelline il resto del gambo fino alla parte dura, che avrete cura di pelare con un pelapatate prima di tagliare anch’essa a rondelle.
  • Far soffriggere aglio e cipollotto tritati in una casseruola con tre cucchiai d’olio.
  • Aggiungere il riso e farlo tostare qualche istante, finché non sfrigola, mescolando con un cucchiaio di legno.
  • Completare con gli asparagi tagliati a rondelline e mescolare.
  • Unire un mestolo di brodo vegetale e portare a bollore.
  • Abbassare la fiamma e far sobbollire fino a cottura ultimata, aggiungendo un mestolino di brodo ogni volta che il riso si asciuga, mescolando delicatamente.
  • Quando il riso è quasi a termine cottura, regolare di sale e pepe, poi unire una manciata di farina e un mestolino di brodo vegetale: mescolare per ottenere l’effetto cremoso e lasciarlo all’onda (non troppo asciutto, né troppo brodoso.
  • Coprire e far riposare cinque minuti.
  • Servire il risotto in fondine monoporzione, decorando con qualche punta d’asparago cruda.

sabato 25 aprile 2015

Penne ai funghi con cipollotto fresco, aglio, prezzemolo e grana

Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (9)

Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (3) Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (4)

Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (2) Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (5)

Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (0) Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (6)

Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (7) Penne ai funghi champignon, prezzemolo fresco e grana (8)

Penne ai funghi con cipollotto fresco, aglio, prezzemolo e grana

Adoro i piatti semplici, a base di ingredienti freschi, di stagione, pieni di profumo e sapore: questa volta ho utilizzato prezzemolo, cipollotto e aglio fresco appena raccolti dall’orto, mettendoli assieme a funghi e grana Bella Lodi (prodotto con caglio vegetale e naturalmente privo di lattosio) per creare un primo piatto da leccarsi i baffi.

INGREDIENTI (per 4 persone)

PROCEDIMENTO

  • Soffriggere leggermente aglio e cipollotto tritati in una casseruola assieme a tre cucchiai d’olio.
  • Unire i funghi (puliti e tagliati a fettine sottili) e far cuocere a fiamma viva per pochi istanti.
  • Unire il prezzemolo tritato a coltello, sale, pepe e spegnere.
  • Lessare le penne in abbondante acqua bollente salata e scolarle al dente.
  • Condire con i funghi e disporre nei piatti individuali.
  • Terminare con una bella macinata di pepe fresco e una manciata di grana grattugiato.
  • Servire subito.

mercoledì 22 aprile 2015

Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante

Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (8)

Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (0) Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (1)

Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (2) Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (3)

Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (4) Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (5)

Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (6) Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante (7)

Pasta di farro integrale vegan al sugo con peperoncino piccante

La pasta integrale di farro è un compromesso ideale tra salute e gusto: io ho usato la pasta Poggio del Farro, biologica, che tiene bene la cottura ed ha un gusto meno aggressivo della pasta integrale di grano.

Ho condito la mia pasta con un sugo al pomodoro piccante, cotto nel mio tegamino di coccio sulla stufa economica… più sostenibile di così!

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

 

PROCEDIMENTO

  • Soffriggere leggermente aglio e cipollotto tritati in un tegame di coccio con tre cucchiai d’olio.
  • Unire il peperoncino piccante, la salsa di pomodoro e il basilico.
  • Aggiungere 1/2 bicchiere d’acqua, sale, pepe e far ritirare il sugo, senza farlo asciugare troppo: una volta cotto togliere il peperoncino e regolare di sale e pepe.
  • Lessare la pasta in una pentola con abbondante acqua bollente salata e scolarle al dente.
  • Condire la pasta con il sugo, mescolando per amalgamare il tutto.
  • Servire subito.

mercoledì 15 aprile 2015

Frittata al cipollotto con uovo d'oca

Frittata al cipollotto con uovo d'oca (6)

Frittata al cipollotto con uovo d'oca (0) Frittata al cipollotto con uovo d'oca (1)

Frittata al cipollotto con uovo d'oca (2) Frittata al cipollotto con uovo d'oca (3)

Frittata al cipollotto con uovo d'oca (4) Frittata al cipollotto con uovo d'oca (5)

Frittata al cipollotto con uovo d'oca

Questa frittata primaverile piace tanto a mio figlio: Riccardo vorrebbe allevare galline, anatre e oche, ma per ora ci “accontentiamo” delle fantastiche uova delle galline, anatre e oche della mia amica Colette, che le lascia scorrazzare in un ampio spazio tutto per loro all’OrtoLà: pennuti felici fanno uova felici!

Le uova in questione sono assolutamente e strepitosamente bio… e si sente!

Sono buonissime, fanno bene e siamo felici di poter godere di questo privilegio: il preferito di Riccardo è l’uovo d’oca, che vale più o meno tre uova di gallina.

Per questa frittata ne ho usati due (uno dell’oca Guenda e uno dell’oca Giuditta), aggiungendo semplicemente un pizzico di sale, due o tre cipollotti freschi tritati grossi e due manciate di grana grattugiato Bella Lodi, per dare un tocco di sapore in più: ho cotto la mia frittata in forno, servendola tiepida… ideale anche per un pic-nic!

 

INGREDIENTI (per 3 persone)

    • uova d’oca 2
    • cipollotti freschi 2/3
    • grana grattugiato 2 manciate
    • olio extravergine d’oliva
    • sale fino

PROCEDIMENTO

  • Rompere le uova in una ciotola e sbatterle leggermente con la forchetta per romperle.
  • Unire un pizzico di sale, un filo d’olio, il grana e mescolare velocemente.
  • Aggiungere i cipollotti tritati grossolanamente (compresa la parte verde) e mescolare.
  • Versare il tutto in una teglia: il composto deve essere alto circa 2 cm.
  • Cuocere in forno preriscaldato per circa 10 minuti a 180°C: deve solo solidificarsi, non cuocere troppo.
  • Sfornare, far intiepidire e servire.

Scrivo anche qui: