VIDEO RICETTA

domenica 29 marzo 2020

Torta sfogliata di mele con confettura di albicocche e gelatina

Torta sfogliata di mele con marmellata di albicocche e gelatina (7)
Torta sfogliata di mele con marmellata di albicocche e gelatina (1)Torta sfogliata di mele con marmellata di albicocche e gelatina (2)
Torta sfogliata di mele con marmellata di albicocche e gelatina (3)Torta sfogliata di mele con marmellata di albicocche e gelatina (4)
Torta sfogliata di mele con marmellata di albicocche e gelatina (6)Torta sfogliata di mele con marmellata di albicocche e gelatina (7)
Questo è un dolce veramente veloce da fare e velocissimo da mangiare, tanto è buono!
Si tratta di una sfogliata con marmellata e mele, ricoperta di gelatina: una tortina semplice da offrire a merenda o per un dopocena non troppo impegnativo… questa volta io la preparo per il pic-nic di Pasquetta!
Io ho utilizzato delle mele fuji, croccanti e non troppo dolci, ma vanno benissimo anche le golden.

INGREDIENTI (per 6 persone)

  • pastasfoglia rotonda fresca 1 disco
  • mele fuji (o golden) 2
  • marmellata di albicocche 300 g
  • gelatina in polvere per dolci 1 bustina


PROCEDIMENTO

Srotolare il disco di pastasfoglia fresca e disporlo in uno stampo da crostata assieme sopra la carta da forno in dotazione: bucherellare il fondo con una forchetta e disporvi la marmellata, livellandola con un cucchiaio.
Pelare le mele e tagliarle a fettine: disporre le fette sulla confettura.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per circa 20 minuti, finché la pastasfoglia sarà dorata e ben cotta.
Sfornare e far raffreddare.
Preparare la gelatina come descritto nella confezione e farla raffreddare.
Versare la gelatina sulla torta, sbattendo la teglia sul tavolo per livellarla.
Far raffreddare a temperatura ambiente, poi in frigorifero almeno per due ore.

sabato 28 marzo 2020

Frittatine con cipollotto fresco e sgarbazza

Frittatine con cipollotto fresco (13)
Frittatine con cipollotto fresco (1) Frittatine con cipollotto fresco (2)
Frittatine con cipollotto fresco (3) Frittatine con cipollotto fresco (4)
Frittatine con cipollotto fresco (6) Frittatine con cipollotto fresco (11)
Le frittatine con il cipollotto a casa mia sono molto apprezzate e sono una delle farciture preferite nei panini per il pic-nic: non ci si stanca mai di gustarle, sono saporite e gustose, da accostare a verdure, formaggi o altro, ma eccellenti anche da sole.
Gli ingredienti sono semplici, cipollotti freschi dell’orto e uova di galline felici della mia amica Colette… eccole qui nelle foto:
P1080734 P1080792
P1080766 P1080765
INGREDIENTI (per 4/6 persone)

PROCEDIMENTO
  • Rompere le uova in una ciotola e sbatterle appena con una forchetta: unire un presa di sale, una di pepe e  il parmigiano, amalgamando velocemente con la forchetta.
  • Tagliare a rondelle sottili cipollotto e sgarbazza e unirli al resto.
  • Mettere l’olio nella padella ricoprendone appena il fondo in maniera uniforme e portare a bollore.
  • Mettere nell’olio un cucchiaio di composto: appena comincia a rapprendersi, staccare i bordi con una palettina antiaderente, poi girare la frittatina dopo pochi istanti e cuocerla un altro minuto (se si utilizza una padella grande, si possono cuocere più frittatine alla volta, ma un po’ distanziate).
  • Togliere le frittatine dalla padella appena cotte e farle sgocciolare su un foglio di carta assorbente, meglio se carta gialla.
  • Servire le frittatine tiepide o fredde: sono ottime da sole o dentro i panini per un pic-nic.

giovedì 26 marzo 2020

Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico

Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (9)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (1) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (2)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (3) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (4)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (5) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (6)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (7) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (8)
Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (10) Chicche di ricotta con salsa di pomodoro e basilico (11)
Amo le chicche di ricotta, sono degli gnocchetti piccoli e morbidi che adoro sposare a un sughetto semplice di pomodoro e basilico: strepitose!
Se le volete farle in casa (cosa semplicissima, vi assicuro!), potete trovare la mia ricetta per gli gnocchi di ricotta con le foto passo passo QUI: l’unica differenza per le chicche è che dovrete tagliare dei tocchetti più piccoli degli gnocchi e non li dovrete rigare con la forchetta, ma lasciarle al naturale.
 

INGREDIENTI (per 4 persone)

PROCEDIMENTO
  • Soffriggere aglio e cipolla tritati in un tegamino di coccio con tre cucchiai d’olio.
  • Aggiungere la salsa di pomodoro, il basilico fresco, una presa di sale e una macinata di pepe.
  • Portare a bollore, far ritirare il sughetto per pochi minuti, senza farlo asciugare troppo.
  • Spegnere, scoprire e tenere in caldo.
  • Lessare le chicche in abbondante acqua bollente salata: appena riprende il bollore, contare 5 minuti di cottura e scolare.
  • Condire con il sugo, mescolando delicatamente.
  • Disporre nei piatti individuali e servire subito.







mercoledì 25 marzo 2020

Gnocchetti di semola

Gnocchetti di semola - ricetta base (11)
Gnocchetti di semola - ricetta base (1) Gnocchetti di semola - ricetta base (2)
Gnocchetti di semola - ricetta base (3) Gnocchetti di semola - ricetta base (4)
Gnocchetti di semola - ricetta base (5) Gnocchetti di semola - ricetta base (6)
Gnocchetti di semola - ricetta base (7) Gnocchetti di semola - ricetta base (8)
Gnocchetti di semola - ricetta base (9) Gnocchetti di semola - ricetta base (10)
 Gnocchetti di semola - ricetta base (12)
Gnocchetti di semola - ricetta base (13)Gnocchetti di semola - ricetta base (14)
In quest’ultimo periodo mi sto specializzando nella preparazione della pasta di semola fatta in casa e sto sperimentando ogni giorno un formato diverso: oggi è la volta degli gnocchetti di semola, fatti semplicemente con acqua tiepida e semola rimacinata, come vuole la tradizione.
Ovviamente consiglio vivamente l’utilizzo di farina biologica: cercate un produttore fidato e compratela direttamente da lui, saltando tutti quei passaggi che vi faranno risparmiare tempo, denaro e vi faranno guadagnare in qualità e salute!
Fare la pasta in casa può diventare una gradevolissima consuetudine: con 500 gr di farina e 250 ml d’acqua darete da mangiare a quattro persone e vi ci vorranno circa 20 minuti per la preparazione… non ci credete?
Provate allora e mi saprete dire!
Ah, certo che se fatta in grandi quantità (magari in compagnia, tra una chiacchiera e l’altra!!), la pasta si può anche congelare… ma allora che gusto c’è?
Non è più pasta fresca!!
Sentirete la differenza!

INGREDIENTI (per circa 800/900 g di pasta, per 4 persone)
  • semola di grano duro rimacinata 600 g
  • acqua tiepida 300 ml
  • sale 1 pizzico


PROCEDIMENTO
Mettere la semola in una ciotola e versarvi l’acqua a filo, cominciando a impastare con le mani.
Una volta versata tutta l’acqua, cominciare a lavorare l’impasto con le mani energicamente, fino ad ottenere una palla liscia e ben amalgamata: se dovesse risultare un po’ appiccicosa, lavorare con un altro po’ di semola fino ad ottenere un composto sodo, ma lavorabile.
Formare dei rotolini più sottili (come un mignolo) e tagliare a tocchetti di 1 cm.
Prendere il taglierino di legno rigato e passarvi sopra i tocchetti, uno alla volta, premendo con il pollice e facendoli rotolare: si otterranno gli gnocchetti rigati.
Disporre gli gnocchetti su un vassoio coperto con un canovaccio pulito o su una gratella per la pasta e proseguire fino a terminare l’impasto.
Fare attenzione a non sovrapporre gli gnocchetti, altrimenti si appiccicheranno tra loro: eventualmente si possono cospargere con poca semola.
A questo punto gli gnocchetti si possono congelare, mettendoli in freezer direttamente sul vassoio: una volta ghiacciati, si possono raccogliere in sacchetti per alimenti e conservare nel congelatore.
Gli gnocchetti si possono anche essiccare, ma la miglior cosa è consumarli freschi, subito dopo averli fatti!
Mettere a bollire una capace  pentola colma d’acqua salata e, appena giunge a bollore, buttarvi dentro gli gnocchetti: aspettare che riprendano il bollore, cuocere per circa 5 minuti e scolare.
Condire a piacere con sugo di pomodoro, pesto e tutto ciò che la fantasia vi suggerisce.

martedì 24 marzo 2020

Pizza bianca con patate e mozzarella

Pizza bianca con patate e mozzarella (9)
Pizza bianca con patate e mozzarella (3)Pizza bianca con patate e mozzarella (4)
Pizza bianca con patate e mozzarella (6)Pizza bianca con patate e mozzarella (7)
Pizza bianca con patate e mozzarella (10)
Questa deliziosa pizza l’ho creata in ricordo della pizza alle patate che mi fermavo a comprare al forno di Piazza Aldrovandi a Bologna ai tempi dell’Università: spesso è stata il mio pranzo, durante la passeggiata che mi portava dalla Facoltà di Lingue in Via Cartolerie alla Facoltà di Lettere in Via Zamboni…
E’ una pizza bianca, ma non leggerissima… le patate non sono poi così leggere da digerire, ma vi assicuro che vale la pena provarla!

INGREDIENTI (per 6 persone)

Per l’impasto:
  • farina 0 1 kg
  • acqua 500 ml
  • lievito di birra 1 cubetto (o 1 bustina)
  • olio extravergine d’oliva 4 cucchiai
  • sale fino 2 cucchiai

Per farcire:
  • patate 1 kg
  • mozzarella 400 g
  • parmigiano (facoltativo)
  • olio per la teglia

PROCEDIMENTO
Mettere farina, lievito, olio, acqua e sale in una grande ciotola e impastare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.
Coprire la palla con la ciotola e far lievitare a temperatura ambiente per circa tre ore.
Dividere l’impasto in tre pezzi e stendere tre pizze alte circa 1/2 cm, aiutandosi con le mani unte d’olio, direttamente in tre teglie leggermente unte.
Pelare le patate e tagliarle a rondelle regolari alte non più di 1/2 cm: ungerle leggermente e disporle su tutta la superficie della pizza.
Distribuirvi sopra la mozzarella a pezzetti, parmigiano grattugiato a piacere e far lievitare per circa mezz’ora.
Cuocere in forno preriscaldato alla massima temperatura, mettendo la teglia nella griglia più bassa del forno.
Sfornare non appena comincerà a prendere colore in superficie e la mozzarella sarà completamente sciolta.
Servire subito.

Biscotti del fornaio di Bologna

Biscotti del fornaio (10)
Biscotti del fornaio (1)Biscotti del fornaio (2)
Biscotti del fornaio (3)Biscotti del fornaio (4)
Biscotti del fornaio (5)Biscotti del fornaio (6)
Biscotti del fornaio (7)Biscotti del fornaio (8)
Biscotti del fornaio (9)Biscotti del fornaio (11)
Questi sono i tradizionali biscotti che si possono trovare da ogni fornaio bolognese, quelli da inzuppare nel latte e nel the: sono semplici e gustosi e si possono conservare a lungo in scatole di latta o vasi ermetici.

INGREDIENTI
  • farina 0 1 kg
  • zucchero 400 g
  • lievito per dolci 1 bustina da 35 g
  • uova 5
  • burro 200 g
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • sale 1 pizzico


PROCEDIMENTO
Mettere burro e zucchero dentro una grande ciotola e cominciare a lavorarli con il cucchiaio di legno.
Unire le uova, il sale e la scorza grattugiata del limone, continuando a lavorare.
Aggiungere la farina e il lievito, amalgamando bene il tutto.
Lavorare con le mani velocemente e formare una palla.
Stendere la pasta alta 1/2 cm, ricavare i biscotti con le formine o semplicemente usando la rotella tagliapasta, aiutandosi con poca farina.
I ritagli di pasta possono essere impastati di nuovo e stesi nuovamente.
A piacere si possono spennellare i biscotti con poco latte e decorarli con codette, granella di zucchero, cannella, farina di cocco, ecc.
Cuocere in forno preriscaldato a 180°C/190°C per circa 15 minuti (fino a doratura).
Sfornare, far raffreddare su una gratella per dolci e riporre in scatole di latta.

Scrivo anche qui: