Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

lunedì 2 marzo 2015

Ravioli cinesi alla piastra (Guotie)

Ravioli cinesi alla piastra (18)

P1250381 Ravioli cinesi alla piastra (1)

Ravioli cinesi alla piastra (2)

Ravioli cinesi alla piastra (3) Ravioli cinesi alla piastra (4)

Ravioli cinesi alla piastra (5) Ravioli cinesi alla piastra (6)

Ravioli cinesi alla piastra (7) Ravioli cinesi alla piastra (9)

Ravioli cinesi alla piastra (10) Ravioli cinesi alla piastra (12)

P1260093 P1260099

Ravioli cinesi alla piastra (15)

I ravioli cinesi alla piastra sono sempre stati uno dei miei piatti preferiti della cucina orientale e mi sto perfezionando sempre più nella loro preparazione: pian piano, dopo diversi tentativi, sono riuscita a calibrare bene i sapori e la consistenza della pasta, ottenendo un risultato molto vicino all'originale.
Ora che sono vegetariana dovrò studiare una bella ricettina senza carne nè pesce... appena riesco vi faccio sapere!
Per questa ricetta ho utilizzato il brodo vegetale Sarchio.


INGREDIENTI (per 4/6 persone, circa 20 ravioli)
    • 250 g di farina bianca
    • 125/150 ml di acqua calda a 50°C
    • 200 g di carne di maiale macinata
    • 200 g di cipollotti (bianco e verde)
    • 1 bicchierino di salsa di soia
    • 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
    • 1 cucchiaino di olio di sesamo
    • 2 cucchiai di brodo
    • 2/3 foglie di verza
    • sale
    • pepe bianco

    • olio di semi di arachidi per la padella
    • salsa di soia per servire


PROCEDIMENTO

  • Per la pasta: impastare farina e acqua per cinque minuti, fino ad ottenere una palla elastica: avvolgerla nella pellicola e farla riposare 30 minuti a temperatura ambiente.
  • Per il ripieno: mescolare in una ciotola la carne, il brodo, i cipollotti tritati fini, la salsa di soia, l’olio di sesamo, lo zenzero, una presa di sale e una macinata di pepe.
  • Prendere l’impasto e ricavare delle palline grandi come una noce, stenderle con un mattarello, ruotando la pasta in senso circolare, per ottenere dei cerchietti di 5/6 cm di diametro (non devono essere troppo sottili, altrimenti si rompono in cottura): mettere al centro di ogni dischetto una pallina di ripieno e chiudere bene i ravioli punzecchiando con le dita i bordi.
  • Disporre le foglie di verza sul fondo di un cestello per la cottura a vapore (l’ideale è utilizzare i classici cestelli di bambù) e appoggiarvi sopra i ravioli in un unico strato, altrimenti si appiccicheranno tra loro: mettere il coperchio e cuocere per circa 10 minuti.
  • Ungere un larga padella calda con poco olio di semi, adagiarvi i ravioli delicatamente e far rosolare solo la parte a contatto con la padella.
  • Disporre i ravioli sul piatto da portata e servire subito, con salsa di soia a parte.
***
Se avete difficoltà a chiudere i ravioli, ecco qui un video su YouTube che vi aiuterà:


4 commenti:

  1. Con questa ricetta potrei far felice per una volta mio marito! Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio è felicissimo quando li faccio: gli piacciono da morire!

      Elimina
  2. domanda: come posso sopperire alla mancanza del cestello di bambù? con la pentola a pressione dici che va bene uguale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella pentola a pressione temo che si rovinerebbero i ravioli, rompendosi.
      Meglio utilizzare una padella antiaderente su cui puoi sistemare le foglie di verza con sopra i ravioli: aggiungi un bicchiere d'acqua e cuocili a fuoco bassissimo con il coperchio.
      Fammi sapere come sono venuti!

      Elimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura