Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

lunedì 3 dicembre 2012

Brodo di pollo

Brodo di pollo (8)

Brodo di pollo (0)Brodo di pollo (1)

Brodo di pollo (2)Brodo di pollo (3)

Brodo di pollo (4)Brodo di pollo (5)

Brodo di pollo (6)

Brodo di pollo

Quando si compra il pollo non si dovrebbero mai scegliere quei polletti malaticci e striminziti che faticano ad arrivare al chilo di peso, che nella grande distribuzione ti tirano quasi dietro e che hanno alle spalle una breve vita fatta di sofferenze e allevamenti lager.

Se non riuscite ad allevare personalmente i polli e non avete nessun amico o vicino che lo fa, meglio rivolgersi ad un azienda agricola che pratichi allevamento biologico o biodinamico: in questo modo sarete sicuri di mangiare cibo sano, perché i polli allevati in questa maniera possono essere nutriti solo con mangimi biologici e non vengono curati con antibiotici, onnipresenti invece negli allevamenti intensivi.

Io consiglio di mangiare poca carne e di considerare che il poco prezzo in più pagato al produttore biologico è un dovere morale ce dobbiamo assumerci, sia verso di noi che verso gli animali: negli allevamenti biologici hanno spazi interni ed esterni dove poter razzolare, con metrature più ampie e condizioni sicuramente più dignitose che quelle estreme degli allevamenti lager convenzionali.

Quando compro il pollo, visto che è bello grande (circa 2,5 o 3 kg), tolgo il petto e lo faccio a fette, da utilizzare come bistecche, cotolette o scaloppine.

Taglio a tranci il resto per farlo in padella oppure ai ferri o arrosto.

Tengo collo, piedi, interiora commestibili e carcassa per fare il brodo di pollo, che faccio bollire in un bel pentolone e mi servirà per zuppe calde, pasta in brodo o risotti: volendo, una volta freddo e filtrato, si può conservare in freezer.

Per questa ricetta ho utilizzato il sale marino integrale grosso di Gemma di Mare.

 

INGREDIENTI

1 carcassa di pollo

1 cipolla

1 costa di sedano

1 carota

sale grosso

 

PROCEDIMENTO

Riempire una grande pentola d’acqua e mettervi dentro la carcassa del pollo (con eventuali interiora commestibili, collo, ecc), le verdure intere e un pugno di sale grosso.

Portare a bollore, poi abbassare la fiamma al minimo e cuocere per almeno tre ore, schiumando di tanto in tanto per togliere le impurità che appaiono in superficie.

Al termine della cottura il brodo si sarà ridotto: regolare di sale e spegnere.

Filtrare il brodo e utilizzarlo a piacere.

Una volta freddo, il brodo si può conservare in frigorifero per qualche giorno oppure in freezer.

1 commento:

  1. Hai ragione: la storia dei polli non-bio non é per niente confortante...soprattutto per loro. Anch'io consumo polli da allevamenti biologici e devo dire che é tutta un'altra storia....
    Il brodo di pollo é sempre una base indispensabile in cucina, soprattutto con i bimbi!!
    Un bacione

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura