Peperoni sigaretta sott’aceto

Peperoni sigaretta sottaceto (11)
Peperoni sigaretta sottaceto (1) Peperoni sigaretta sottaceto (2)
Peperoni sigaretta sottaceto (3) Peperoni sigaretta sottaceto (5)
Peperoni sigaretta sottaceto (8)
Peperoni sigaretta sottaceto (9) Peperoni sigaretta sottaceto (10)

I peperoni sigaretta sono stati una grande scoperta quest’anno: le piante rendono tantissimo e ogni due giorni si raccolgono tanti peperoni sigaretta, deliziosi sia da mangiare crudi in pinzimonio o salatati in padella, ma la loro morte è sicuramente nel vasetto assieme a dell’ottimo aceto di vino bianco autoprodotto!

INGREDIENTI (per 4 vasetti da 250 g l’uno)
  • peperoni sigaretta 1 kg
  • aceto di vino bianco 1 litro
  • sale grosso 2 cucchiai

PROCEDIMENTO
Lavare velocemente i peperoni con acqua corrente e far asciugare su un canovaccio pulito.
Mettere aceto e sale grosso in un tegame e portare ad ebollizione.
Riempire i vasetti (precedentemente sterilizzati e asciugati) con i peperoni e unire l’aceto bollente fino a un dito dall’orlo: i peperoni devono essere completamente coperti d’aceto.
Chiudere subito con tappi precedentemente sterilizzati e asciugati.
Metterli a testa in giù e farli raffreddare a temperatura ambiente.
Capovolgerli e metterli in dispensa.
Si conservano per circa un anno.

Commenti

  1. Siiiii li voglio troppo provare!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono ottimi Manu e adesso sono proprio di stagione! A presto, Monia.

      Elimina
    2. Anch'io provo subito,
      Saranno squisiti con il bollito

      Elimina
    3. ricetta da evitare!!

      peperoni molli e acidi...

      la sconsiglio a tutti!!!

      Elimina
    4. Mi dispiace che non ti siano venuti bene: amarognoli lo sono perché è il loro gusto, acidi lo devono essere, essendo conservati nell'aceto. A me non sono venuti mollicci: ho usato quelli dell'orto appena colti, forse hai usato dei peperoncini raccolti un po' troppo oltre la loro maturazione... peccato, a me piacciono tantissimo.

      Elimina
  2. Non dimenticate di servirli ben sgocciolati, grossolanamente affettati, con un filo di olio di oliva e abbondante parmigiano reggiano grattugiato!!! Super aperitivo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buonissimi!! Io li servo interi, mi piacciono di più! Buonissima giornata e grazie di essere passato! Ciao, Monia.

      Elimina
  3. E' la prima volta che li pianto...non li conoscevo. Grazie x la ricetta. In che altri modi si consumano??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono buoni anche appena scottati e usati come contorno. Grazie di essere passata Silvia e buina giornata.

      Elimina
    2. Ciao Monia ma non è meglio farli senza sbollentare?

      Elimina
    3. Ora ho cambiato la ricetta e anche io li faccio senza sbollentarli prima. Ciao e buona giornata, Monia.

      Elimina
  4. Io li voglio fare con u CAROLINA REPER! Saranno troppo piccanti!? Saranno mangiabili!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabriele, io con peperoncini così piccanti non ho mai provato... questi sono dolci. Tu hai mai provato? Fammi sapere! Ciao, Monia.

      Elimina
  5. Non so vorrei prima provare a farli ma no diventano molli facendoli bollire e come se venissero cotti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li ho provati e sono buoni, ovviamente non rimangono croccanti come freschi, ma la sterilizzazione è necessaria per una conservazione senza rischi. Ciao, Monia.

      Elimina
  6. Sono buonissi...io li servo con una spruzzata di grana padano grattugiato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non li ho mai provati così, è davvero un'ottima idea. Li proverò! Ciao e grazie del consiglio, Monia.

      Elimina
  7. Oggi li faccio anch'io poi vi saprò dire come mi sono venuti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mimmo, come sono venuti? Spero bene! Fammi sapere! Ciao, Monia.

      Elimina
  8. Oggi li abbiamo raccolti e preparati, si possono mangiare da subito?
    Grazie per la ricetta 😄

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, li potete consumare, a sarebbe meglio farli riposare un po' perché prendano sapore. Ciao e buona giornata, Monia.

      Elimina
  9. Io li metto nel panino con la soppressa veneta speciali...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero versatili e buonissimi! Ciao e buona giornata, Monia.

      Elimina
  10. Posso utilizzare i peperoni rossi rotondi noi li chiamiamo papaccelle con la stessa procedura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi proprio di sì... fammi sapere come sono venuti! Ciao, Monia.

      Elimina
  11. la sterilizzazione essendo sotto aceto puro e' quasi automatica. Basta ce siano ben puliti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io per sicurezza li sbollento, non si sa mai!! Ciao e buona giornata, Monia.

      Elimina
  12. SE i peperoni si mettono CRUDI nei vasetti e poi si aggiunge l`aceto con il sale si mantengono buoni e CROCCANTI CROCCANTI per molti anni!!! Solo con la bollitura dei peperoni in pentola con l`aceto e acqua e sale diventono mosci mosci e vanno a male!!! i miei peperoni sotto aceto e anche quelli sotto olio sempre messi a crudi quelli sotto olio si devono lasciare sotto pressione con sale e aceto per tutto il giorno e notte al giorno dopo si puliscono e si asciugano bene bene con carta assorbente da cucina e poi si mettono sotto olio con menta piperita, e aglio poi si copre con olio, i miei alcuni vasetti li ho ancora dal 2017 e sono ancora buonissimi croccanti croccanti, ne avevo fatti 20 vasetti abbastanza grandi e mi sono rimasti solo 2 ora..... I peperoni sotto aceto una volta riempiti li sterilizzo a bagno-maria per 20-30 min. circa e dopo raffreddati metto in cantina.... mentre quelli sotto olio una volta riempiti i vasetti chiudo e conservo in cantina SENZA sterilizzarli e si mantengono buoni per 5-6 anni senza problema e croccanti croccanti rimangono sempre perché sono messi a crudi i peperoni e NON si bolliscono mai nella pentola con aceto e acqua....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti quest'anno ho provato senza sbollentarli e la ricetta è venuta bene, quindi l'ho cambiata (grazie del consiglio!) e ora è a crudo. Buona giornata, Monia.

      Elimina

Posta un commento

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!