Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

giovedì 30 agosto 2012

Gramigna senza glutine con ragù alla bolognese

Gramigna senza glutine al ragù (7)

Gramigna senza glutine al ragù (0)Gramigna senza glutine al ragù (1)

Gramigna senza glutine al ragù (2)Gramigna senza glutine al ragù (3)

Gramigna senza glutine al ragù (4)Gramigna senza glutine al ragù (5)

Gramigna senza glutine al ragù (6)

Gramigna senza glutine al ragù alla bolognese

La gramigna con il ragù è un classico della cucina bolognese: questa è la variante senza glutine, dedicata a tutti i celiaci che amano la buona cucina e non vogliono rinunciare a gustare le ricette tradizionali.

Per questa ricetta ho utilizzato la gramigna senza glutine Bialimenta.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

400 gr di gramigna senza glutine

200 gr di carne di macinata (cartella di manzo)

50 gr di pancetta di maiale fresca tritata

200 gr di salsa di pomodoro

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

1 carota

1 costa di sedano

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Tritare cipolla, aglio, carota e sedano a coltello: far soffriggere la cipolla e l’aglio tritati in tre cucchiai d’olio, poi unire carota e cipolla tritati, mescolando e facendo insaporire.

Unire la pancetta, farla rosolare un po’, poi unire il manzo macinato e farlo colorire: aggiungere una presa di sale e una macinata di pepe, poi unire la salsa di pomodoro e due bicchieri d’acqua.

Portare a cottura il ragù a fuoco bassissimo, facendolo appena sobbollire: il vero ragù bolognese deve cuocere tre o quattro ore minimo, unendo un po’ d’acqua solo se serve e mescolando di tanto in tanto per non farlo attaccare sul fondo.

Il ragù sarà cotto quando l’acqua si sarà ritirata del tutto, ma non dovrà risultare troppo asciutto: mia nonna diceva che il momento giusto per spegnerlo è quando comincia ad attaccarsi appena sul fondo, ma senza bruciare!

Lessare la pasta in abbondante acqua bollente salata, farla bollire 4 minuti, poi spegnere e mettere il coperchio, controllando di tanto in tanto per verificare la cottura ideale.

Scolare la pasta, condirla con il ragù e disporla nei piatti individuali.

Servire subito.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura