martedì 12 giugno 2012

Ragù di salsiccia

Ragù di salsiccia (5)

Ragù di salsiccia (1)Ragù di salsiccia (2)Ragù di salsiccia (3)Ragù di salsiccia (4)

Il ragù è una delle ricette base della cucina bolognese e il ragù di salsiccia è una variante molto conosciuta e apprezzata per condire tagliatelle, maccheroni e tutta la pasta che vogliamo sposare con questa succulenta preparazione.

Il ragù richiede tempi lunghi, che sono essenziali per ottenere un condimento saporito, ben amalgamato e cotto a puntino.

La salsiccia si può preparare anche da soli, ma se non ci si vuole cimentare in quest’operazione, ci si può rivolgere al proprio macellaio di fiducia: la qualità della carne è essenziale per ottenere un buon risultato e non conviene mai usare salsicce industriali fatte con carne e grasso di bassissima qualità, magari provenienti da allevamenti esteri.

Per la salsa di pomodoro ho utilizzato la Polpapiù cubettata di Cirio, che offre una consistenza ideale per essere utilizzata nella lunga cottura del ragù.

 

INGREDIENTI (per 6 persone)

500 gr di salsiccia fresca di maiale

400 gr di salsa di pomodoro

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Pelare aglio e cipolla, tritarli a coltello e soffriggerli in un tegame di coccio assieme a tre cucchiai di olio.

Spellare e sbriciolare la salsiccia con le mani, poi unirla al resto e farla rosolare leggermente.

Unire la salsa di pomodoro, due bicchieri d’acqua e portare a bollore.

Abbassare la fiamma al minimo e cuocere facendo solo sobbollire per circa tre ore: se si asciuga troppo, aggiungere un po’ d’acqua e portare a cottura, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

Alla fine dovrà risultare un ragù non acquoso, ma nemmeno troppo asciutto: regolare di sale e pepe e spegnere.

Unire un filo d’olio a crudo e mescolare.

Mettere il coperchio e far riposare 15 minuti a fuoco spento.

Il ragù di salsiccia è ideale per condire sia paste corte che lunghe, ma le tagliatelle all’uovo al ragù di salsiccia sono veramente un piatto da leccarsi i baffi!

1 commento:

  1. da me nel modenese si usa tantissimo anche per condire la gramigna!!!
    mamma mia che fame!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Menù

Scrivo anche qui:

Blog che seguo: