Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

mercoledì 28 novembre 2012

Farfalline semintegrali piccanti al sugo di seppie e piselli

Farfalline al sugo di seppie e piselli (4)

Farfalline al sugo di seppie e piselli (0)Farfalline al sugo di seppie e piselli (1)

Farfalline al sugo di seppie e piselli (2)Farfalline al sugo di seppie e piselli (3)

Farfalline semintegrali piccanti al sugo di seppie e piselli

Ho una passione sfrenata per la pasta semintegrale, che ha una consistenza, una tenuta di cottura, un sapore unici: è un fantastico compromesso per chi non ama tanto la pasta integrale, ma vuole comunque provare sapori e consistenze interessanti e utili alla nostra salute.

Per una questione di recupero, io ho utilizzato le testine delle seppie: avevo usato le sacche per fare dei gustosi spiedini e le testine rimangono sempre un po’ troppo dure… quindi le vedo molto più adatte a preparazioni che richiedono una lunga cottura: ovviamente, se le dovete acquistare, va benissimo anche la seppia intera!

Ho voluto donare un pizzico di piccante a questa ricetta: ho utilizzato la cremina peperina alle mandorle dell’Azienda Agricola Biologica Cà d’Alfieri.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

400 gr di farfalline semintegrali

500 gr di seppie fresche

200 gr di salsa di pomodoro

200 gr di piselli freschi o surgelati

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

1 cucchiaio di salsa piccante

1 rametto di basilico fresco

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Sciacquare velocemente le seppie e pulirle, togliendo l’osso, la sacca interna del pasto, gli occhi e il becco: tagliare a metà le testine e a listarelle grossolane le sacche.

Tritare aglio e cipolla e farli soffriggere in un tegame di coccio: unire le seppie e far colorire.

Unire il pomodoro e i piselli, il basilico, una manciata di sale, la salsa piccante e un bicchiere d’acqua: cuocere a fiamma minima per circa due ore, aggiungendo acqua ogni volta che si asciuga troppo e rigirando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno, facendo attenzione a non far attaccare il sugo sul fondo del tegame.

Al termine della cottura deve risultare un sugo denso e corposo, ma non troppo asciutto: regolare di sale e pepe, spegnere e mettere il coperchio.

Se il sugo risultasse poco piccante, si può aggiungere, a piacere, un po’ di salsa piccante.

Cuocere le farfalline in abbondante acqua salata, scolarle al dente e condirle con il sugo, amalgamando delicatamente.

Disporre nei piatti individuali e servire subito.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura