Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

lunedì 6 agosto 2012

Fagioli in umido piccantissimi con crostini

Fagioli in umido con crostini (9)

Fagioli in umido con crostini (1)Fagioli in umido con crostini (2)

Fagioli in umido con crostini (3)Fagioli in umido con crostini (4)

Fagioli in umido con crostini (5)Fagioli in umido con crostini (11)

Fagioli in umido con crostini (6)Fagioli in umido con crostini (7)

Fagioli in umido con crostini (8)Fagioli in umido con crostini (10)

Fagioli in umido piccantissimi con crostini

I fagioli freschi sono eccezionali: a me piace sgranarli assieme a mio figlio, chiacchierando e divertendoci a rincorrere i fagioli fuggitivi… quelli che scappano dal baccello e rotolano di qua e di là sul tavolo.

Tre settimane fa ho acquistato 10 kg di fagioli dall’azienda agricola presso cui ci riforniamo con il Gruppo di Acquisto Solidale di cui faccio parte (Gassala): prima era a lotta integrata, ora invece si è convertita al biologico e io ne sono felicissima!

Mi piace sgranare i fagioli, per poi conservarli in freezer e averli a disposizione tutto l’anno: i fagioli secchi sono molto pratici da conservare, ma necessitano di ammollo e una lunga cottura, mentre i fagioli freschi conservati in freezer si possono aggiungere direttamente ad un minestrone assieme alle altre verdure o lessare in meno di mezz’ora.

Questa ricetta è molto gustosa e prevede l’uso dei fagioli borlotti, che hanno una consistenza soda e tengono bene le lunghe cotture: volendo, una volta cotti si possono anche mettere in vaso, sterilizzarli e conservarli per l’inverno, in modo da averli già pronti per ogni occasione.

Se proverete a cucinare i fagioli freschi, sodi e gustosi, vi accorgerete che c’è un mare di differenza con quelli conservati in scatola del supermercato, meno polposi e poco saporiti.

Essendo totalmente priva di prodotti di origine animale, questa ricetta è adatta sia a vegetariani che a vegani, così come a chi è intollerante a uova e lattosio; in questo piatto non è presente nessun alimento che contiene glutine, quindi è adatta anche ai celiaci.

Per dare un tocco piccante a questi fagioli, ho utilizzato la salsa rossa habanero Cà d’Alfieri.

INGREDIENTI (per 4 persone)

500 gr di fagioli borlotti freschi già sgranati

400 gr di salsa di pomodoro

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

1 mazzolino di prezzemolo fresco

qualche foglia di basilico fresco

1 peperoncino rosso piccante

1 cucchiaino di salsa piccante al peperoncino

4 fette di pane toscano raffermo

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Mettere due cucchiai di olio in un tegame di coccio e farvi soffriggere aglio e cipolla tritati: aggiungere il prezzemolo e il peperoncino tagliato per il lungo, far insaporire mescolando e unire i fagioli.

Aggiungere la salsa di pomodoro, la salsa al peperoncino, il basilico spezzettato con le bani, una presa di sale e una di pepe.

Unire un bicchiere d’acqua e portare a bollore: abbassare la fiamma al minimo e far sobbollire per circa due ore, finché i fagioli saranno cotti e il sugo ritirato, ricordandosi di aggiungere un po’ d’acqua ogni volta che si asciuga e di mescolare spesso.

Al termine della cottura, regolare di sale e pepe, unire un filo d’olio crudo e far intiepidire.

Scaldare le fette di pane raffermo in forno o sulla piastra, dorandole leggermente: ricavare dei crostini e servirli assieme ai fagioli, in ciotoline individuali.

4 commenti:

  1. ciao che bontààà!io mi sono aggiunta se ti va passa da me!un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Passerò da te volentieri per un salutino! Ciao, Monia.

      Elimina
  2. MI PIACE QUESTA RICETTA E ANCHE IL TUO BLOG, CONTINUO A SEGUIRTI E SE TI VA PASSA A TROVARMI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elena: passerò a trovarti volentieri! Ciao, Monia.

      Elimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura