Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

venerdì 1 agosto 2014

Cavatelli al sugo di pomodoro e ricotta

Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (27)

Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (16) Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (18)

Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (19) Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (22)Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (23) Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (24)

Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (25) Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (26)

Cavatelli freschi vegetariani al sugo di pomodoro e ricotta (28)

Cavatelli al sugo di pomodoro e ricotta

Da quando ho scoperto di poter fare la pasta fresca in due e due quattro mentre si prepara il sugo, non ne posso davvero più fare a meno: gnocchetti di semola, cavatelli, gnocchetti di ricotta, chi più ne ha più ne metta!

Per un’emiliana come me (bolognese, per giunta!) fare la pasta è una missione: si comincia a impastare uova e farina, si tira fuori il mattarello della nonna, si tira la sfoglia sottile (ma non troppo!), la si fa asciugare all’aria, poi finalmente si possono ottenere le fantastiche tagliatelle all’uovo, le taglioline e così via.

Per la pasta di semola, secondo la tradizione meridionale, non è mica così: si impasta semola e acqua, si fanno delle stringhe di pasta e si tagliano a tocchetti: una passata sulla grattugia o con le dita o col coltellino ed eccoti apparire magicamente orecchiette, cavatelli, gnocchetti… insomma, giusto il tempo di preparare il sugo e la pasta fresca è pronta!

Mio figlio Riccardo, che ha 10 anni, mi aiuta (a volte è più il danno che il resto, ma verrò ripagata un giorno, me lo sento!!) e adesso la litania pre-serale è sempre la stessa:

“Mamma, cosa impastiamo stasera?”

I cavatelli sono diventati ormai la sua specialità, li fa col coltellino, non con le dita, a lui piace così!

La ricetta per fare i cavatelli la trovate QUI, con tutte le foto e il procedimento passo passo.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

 

PROCEDIMENTO

  • Tritare cipolla e aglio e soffriggerli in una casseruola con tre cucchiaio d’olio.
  • Aggiungere la salsa di pomodoro, la ricotta e le foglie di basilico.
  • Sgranare la ricotta dentro il sugo e mescolare per ottenere un composto omogeneo.
  • Far scaldare la ricotta, poi spegnere e tenere in caldo.
  • Lessare i cavatelli in abbondante acqua bollente salata e scolarli al dente.
  • Mescolare i cavatelli direttamente nella pentola del sugo, amalgamando delicatamente con un cucchiaio di legno.
  • Distribuire nei piatti individuali e servire subito.

4 commenti:

  1. Ciao Monia!!! i cavatelli come formato di psta mi piacciono moltissimo..ma quel sugo ancor di più!! Non so mica se ho mai mescolato la ricotta col sugo.. deve essere di un buono!!!!! baciotti e buon w.e. :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia, la devi provare... è davvero "strampalata"... che vuol dire buonissima qui a Bologna!

      Elimina
  2. Con i cavatelli freschi è tutta un'altra cosa..... bravissima!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quando gi ho scoperti li faccio spessissimo! Ottimi!

      Elimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura