Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

lunedì 29 ottobre 2012

Risotto con salmone, patate e cipolla

Risotto con salmone, cipolla e patate (6)

Risotto con salmone, cipolla e patate (1)Risotto con salmone, cipolla e patate (2)

Risotto con salmone, cipolla e patate (3)Risotto con salmone, cipolla e patate (4)

Risotto con salmone, cipolla e patate (5)Risotto con salmone, cipolla e patate (7)

Risotto con salmone, patate e cipolla

Questo risotto è molto profumato e ha un sapore molto deciso: l’aroma affumicato del salmone si sposa perfettamente con le patate e la cipolla, donando al piatto un aroma unico e piacevole al palato.

Non ho soffritto la cipolla, ma ho voluto inserirla come gli altri ingredienti principali dopo la tostatura del riso: in questo modo ne ha guadagnato il sapore e la cipolla è rimasta piuttosto consistente.

Il risotto, per poter essere definito tale, andrebbe mantecato con burro e parmigiano, ma vista la presenza del pesce, ho preferito usare solo olio extravergine d’oliva: l’amido delle patate ha reso morbida la consistenza del risotto.

Questa ricetta è priva di glutine, lattosio, uova, carne e lievito.

Per questa ricetta ho utilizzato il riso Thaibonnet bianco biologico Probios di SpiritoBio.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

320 gr di riso Thaibonnet bianco

150 gr di salmone affumicato in trancio

2 patate medie

1 cipolla rossa

brodo vegetale (acqua, cipolla, sedano, carota, sale)

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

Tostare il riso in una casseruola a doppio fondo con due cucchiai d’olio: appena sfrigola, unire il salmone a pezzetti, la cipolla tritata grossolanamente e le patate pelate e tagliate a tocchetti di circa 1 cm di lato.

Procedere con la cottura del risotto a fiamma minima, facendolo solo sobbollire.

Unire un mestolo di brodo vegetale bollente ogni volta che si asciuga, mescolando sesso e facendo attenzione a non farlo attaccare al fondo.

Al termine della cottura, il riso dovrà risultare cotto, ma al dente e la consistenza non dovrà essere troppo asciutta, ma un po’ morbida.

Regolare di sale e pepe e distribuire nei piatti individuali.

Servire subito.

1 commento:

  1. Anche questa ricetta è bella e originale, come sempre!!! La proverò presto ! Grazie

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura