mercoledì 1 agosto 2012

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (14)

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (1)Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (2)

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (3)Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (4)

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (5)Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (6)

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (7)Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (8)

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (9)Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (10)

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (11)Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (12)

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (13)Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico (15)

Tortiglioni con pesto di nocciole e basilico

La pasta col pesto è uno dei miei piatti preferiti e d’estate la faccio spessissimo, variando qualche ingrediente ogni tanto: è freschissima, economica, deliziosa… insomma, cosa c’è di meglio in quest’afosissima estate bolognese?

Il basilico, ovviamente, lo coltivo da me… cioè, si coltiva da solo, visto che è talmente generoso che non richiede attenzioni particolari, se non una breve annaffiatina serale e una potatura frequente… nel senso che più lo utilizzate, più lui è felice e cresce rigoglioso: bisogna sempre “cimarlo”, cioè togliere le foglie a coppie delle punte, mai quelle nella parte bassa della pianta. Se vi accorgete che il vostro basilico sta andando “in semente”, basterà cimare la punta che si sarà formata e lui continuerà a produrre: se non farete quest’operazione, la pianta piano piano smetterà la produzione e vi ritroverete con una piantina esile e improduttiva.

Le nocciole sono quelle che ho raccolto, seccato e conservato dall’anno scorso: provengono dal mio nocciolo, che cresce libero e felice nel mio giardino e ci regala ogni anno una miriade di nocciole buonissime, senza alcun tipo di trattamento.

Per questa ricetta ho utilizzato i tortiglioni biologici Valbio.

INGREDIENTI (per 4 persone)

400 gr di tortiglioni

2 manciate di foglie di basilico appena colte

2 grosse manciate di parmigiano grattugiato

2 manciate di nocciole sgusciate

olio extravergine d’oliva

sale

 

PROCEDIMENTO

Sciacquare velocemente le foglie di basilico e asciugarle bene.

Mettere le nocciole nel mixer assieme a un pizzico di sale e frullare a scatti, per non far scaldare le lame: basterà pochissimo, perché le nocciole dovranno restare leggermente grossolane, non finissime.

Unire il basilico alle nocciole e frullare sempre a scatti per pochi istanti.

Togliere dal mixer, mettere il tutto in una ciotola e unire il parmigiano grattugiato, incorporandolo delicatamente al resto.

Unire l’olio a filo, mescolando e amalgamando delicatamente il tutto con una forchetta.

Lessare la pasta in abbondante a acqua bollente salata, scolare al dente e unire al pesto (assolutamente fuori dal fuoco): mescolare bene per far fondere il formaggio con il calore della pasta e distribuire nei piatti individuali.

Servire subito, guarnendo con una foglia di basilico fresca.

7 commenti:

  1. Peccato che sono a dieta, le tue ricettine sono deliziose...ti prendo quella della frittata ai fiori di zucca..sembra delizioso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nooooo! A dieta nooooo! Prova questa ricettina... è fantastica! La frittata coi fiori di zucca è eccezionale! Ciao, Monia.

      Elimina
  2. Ah, dimenticavo, la frase del titolo non è un prverbio Navajo, ma è di Antoine de saint Exupery...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che ho trovato anche io un sito che dice che è di Saint-Exupery? Ma fino ad ora avevo letto in diversi siti che si trattava di un proverbio Navajo... chissà qual è la verità... comunque è una frase meravigliosa, chiunque l'abbia detta, non trovi?

      Elimina
  3. Ciao Monia,
    avevo proprio un problemino col basilico che non mi cresce più tanto, provo a seguire le tue indicazioni.
    Grazie e complimenti per i tortiglioni, hanno un aspetto stupendo.
    Ciao,
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina,
      fammi sapere come va con il tuo basiico: bastano pochi accorgimenti perché cresca rigoglioso e deve stare assolutamente in pieno sole.
      Ciao, Monia.

      Elimina
  4. Buonissimo cercavo proprio la ricetta
    Ma si può conservare il pesto così fatto??

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui: