Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

venerdì 16 settembre 2011

Tagliolini alle vongole

Tagliolini alle vongole
Le vongole per ottenere questo piatto prelibato devono essere freschissime, sia per il gusto che per la salute: l’ideale sarebbe fare un salto al mare e passare una bella mattinata con l’acqua che arriva alle ginocchia e “raspare”con le mani la sabbia in cerca di queste gustosissime conchiglie, mettendole in un grande secchio riempito con acqua di mare e farle “spurgare” per circa 24 ore. Depositeranno la sabbia, che bisognerà togliere, insieme alle vongole morte. Sciacquandole bene si eviterà di trovare sabbia residua nella pasta.
Le vongole veraci sono le più quotate, più grosse e saporite, ma io preferisco le vongole più piccole, più tenere e delicate.
Per quanto riguarda i tagliolini, evitate quelli industriali, tristissimi e insapori, che si spezzano e non tengono la cottura: meglio optare per quelli fatti in casa, tirati sottili al mattarello: ci sarà da impegnarsi un po’, ma il risultato sarà un paradiso di sapori!
Se proprio non si ha voglia di mettere le mani in pasta, meglio comprarli in un pastificio di fiducia.

INGREDIENTI (per 4 persone)

1 kg di vongole freschissime
2 spicchi d’aglio
1 bella manciata di prezzemolo fresco
olio extravergine d’oliva
sale

Per i tagliolini all’uovo:
4 uova
400 gr di farina 0
PROCEDIMENTO

Per la pasta: mettere la farina sulla spianatoia, fare la fontana e mettervi al centro le uova, sbattendole un po’ con la forchetta, amalgamandole pian piano con la farina.
Impastare con le mani, fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo: formare una palla, coprirla con una ciotola e farla riposare per almeno mezz’ora.
Tirare la pasta con il mattarello, fino ad ottenere una sfoglia piuttosto sottile: stendere la pasta su una tovaglia pulita (che non abbia odore di detersivo, ecc) e far asciugare per una mezz’ora (non farla seccare troppo, altrimenti non si riuscirà ad arrotolare).
Arrotolare la pasta su se stessa, senza schiacciarla troppo e affettarla con una coltellina (un coltello con una lama lunga e alta), ottenendo i tagliolini.
Spargere i tagliolini su un canovaccio pulito, senza ammassarli, muovendoli di tanto in tanto, perché non si appiccichino e tenerli da parte.
Intanto, mettere qualche cucchiaio d’olio in una grande padella, soffriggervi appena l’aglio e il prezzemolo tritati e unire le vongole (ben lavate): alzare la fiamma, mettere il coperchio e far aprire i gusci, mescolando di tanto in tanto, poi spegnere appena sono tutti aperti.
Cuocere i tagliolini in una capace pentola piena di acqua bollente salata, scolarli al dente (appena affiorano e riprende il bollore) e saltarli nella padella con le vongole.
Distribuire nei piatti, mettendo sui tagliolini una cucchiaiata di vongole.
Servire subito.

5 commenti:

  1. Buonissime queste linguine...l'idea di cercarle direttamente al mare è bellissima...magari poterlo fare!!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  2. Adoro i tagliolini fatti in casa,con la salsa alle vongole una vera delizia!
    Ciao Maria

    RispondiElimina
  3. Bhe, sono davvero buoni!!
    Andare al mare a raccoglierne un po' per cucinare un bel piatto di pasta è divertente davvero e hai bambini piace da matti!!
    Noi a volte lo facciamo la domenica mattina, però fuori stagione, quando la spiaggia è vuota e non fa troppo caldo...

    RispondiElimina
  4. hai ragione un buon piatto di tagliolini alle vongole ha bisogno di vongole freschissime
    mi hai fatto venire fameeeeee!!!!!

    RispondiElimina
  5. Le tue linguine sono invitanti! Adoro la pasta fatta in casa con il pesce. Ciao a presto

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura