Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

venerdì 25 ottobre 2013

Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle

Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (10)

Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (1)Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (2)

Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (4)Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (5)

Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (6)Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (7)

Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (8)Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle (9)

Fusilli con pesto vegan di basilico e mandorle

Le mandorle biologiche a buccia molle dell’Azienda Agricola Vigna del Principe di Anteo vengono direttamente dalla Sicilia e sono eccezionali: non ho proprio resistito… me ne sono mangiata una bella manciata appena arrivate e con il resto ho pensato di tritarle e di utilizzarle per un pesto vegan al basilico.

Il basilico è ancora quello del mio orto, che resiste a questo clima autunnale: sarà uno degli ultimi piatti a base di pesto fresco, dopodiché arrivederci alla prossima estate!

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

400 gr di fusilli

1 bella manciata di foglie di basilico fresco

1 manciata di mandorle sgusciate (non pelate)

olio extravergine d’oliva

sale

 

PROCEDIMENTO

Tritare assieme le mandorle con un pizzico di sale nel mixer, velocemente, senza far scaldare troppo le lame del mixer: unire il basilico, tritare a scatti, fino ad ottenere un composto omogeneo: ovviamente potete pestare tutto con il mortaio, se ne avete voglia, invece di utilizzare il mixer!

Unire l’olio a filo, mescolando, fino ad ottenere una bella cremina densa: tenere da parte.

Lessare a pasta in abbondante acqua bollente salata, scolare al dente e metterla di nuovo nel tegame caldo, a fuoco spento (tenere indietro un mestolino di acqua di cottura).

Unire il pesto e il mestolino dell’acqua di cottura alla pasta, mescolare bene con il cucchiaio di legno per amalgamare bene, il tutto a fuoco spento.

Distribuire nei piatti individuali e servire subito.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura