Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

sabato 18 febbraio 2012

Gnocco fritto e crescentine

Gnocco fritto e crescentine (5)Gnocco fritto e crescentine (6)P1150367Gnocco fritto e crescentine (1)Gnocco fritto e crescentine (2)Gnocco fritto e crescentine (3)Gnocco fritto e crescentine (4)Gnocco fritto e crescentine (7)

Questa è la ricetta originale della mia nonna Gianna: quando friggeva le crescentine nello strutto la casa veniva impestata da un odore e da un fumo pungenti, ma quando si assaporavano il suo gnocco e le sue crescentine ci si dimenticava di tutto il resto!

Un consiglio: friggere nello strutto può essere fastidioso per via dell'odore pungente e del fumo che ne deriva, ma sicuramente rende il gnocco e le crescentine molto più friabili e gustose!

Per questa ricetta ho utilizzato la farina 00 antigrumi di Molino Chiavazza, che garantisce all’impasto compattezza ed elasticità, facilitando le fasi di impasto e di stesura della sfoglia.

Per saperne di più sui prodotti di Molino Chiavazza, si può visitare il sito web http://www.molinochiavazza.it/ oppure il blog “La Cultura del Frumento”.


INGREDIENTI (per 6/8 persone)
1 kg di farina
1/2 bicchiere di olio extravergine d'oliva
1/2 bustina di lievito per dolci
1 cucchiaino colmo di sale fino
latte
strutto o olio per friggere


PROCEDIMENTO
Mettere in una ciotola la farina setacciata, il lievito, l'olio e il sale.
Impastare aggiungendo a poco a poco il latte tiepido fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.
Far riposare un'ora coperta con una ciotola.
Per il gnocco: prendere un pezzo di pasta e stenderlo col mattarello formando un cerchio(circa 15/20 cm di diametro e 1/2 cm di spessore).
Con un dito praticare un buco al centro di ogni cerchio, punzecchiare la superficie con i rebbi di una forchetta o la punta di un coltello e friggere uno per volta in una larga padella piena di strutto (o olio) avendo cura di girarlo una sola volta lasciandolo appena colorire (1-2 minuti per parte).
Scolare su carta assorbente e servire subito.
Per le crescentine: stendere la pasta con il mattarello e ricavarne dei rombi (circa 10x15 cm).
Friggere in abbondante strutto (o olio) rigirandole una sola volta e togliendole quando saranno appena colorite.
Scolare su carta assorbente e servire subito.
Gnocco e crescentine sono ottimi servite con affettati misti, formaggi e sottaceti.

1 commento:

  1. ma che bella ricetta! Io adoro gnocco e crescentine ma non posso proprio mangiarli... quando ci penso però, il sapore mi torna in bocca. Non le ho mai mangiate "fatte in casa", o meglio, non le ho mai fatte io... chissà... ottima ricetta, grazie!!!!!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura