Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

martedì 3 maggio 2011

Peperoncini tondi piccanti ripieni di tonno


Questa ricetta è estiva: l'ideale sarebbe raccogliere i peperoncini dall'orto e lavorarli subito, per mntenere gusto e croccantezza. Se non si ha la fortuna di avere un orto, li si possono coltivare anche in vaso, sul balcone, oppure comprare dal proprio fruttivendolo di fiducia. Per il tonno, si consiglia vivamente di usare quello con il marchio "dolphin-safe" ("salva-delfini"), perchè è importante sapere che tipo di pesca c'è dietro il pesce che si mangia: facendo la nostra parte come consumatori attenti, potremo contribuire alla diffusione di una pesca meno invasiva che evita la cattura indiscriminata dei delfini insieme ai tonni pescati.

 
INGREDIENTI (4/5 vasetti da 250 gr)

1 kg di peperoncini rossi piccanti tondi
400/500 gr di tonno all'olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio di capperi sotto sale

Per la salamoia:
1 litro di olio di semi di girasole
1 bicchiere di aceto di vino
il succo filtrato di un grosso limone (o due piccoli)
1 cucchiaio di sale grosso
1 foglia di alloro
PROCEDIMENTO
Sciacquare i capperi e strizzari bene, poi metterli nel mixer insieme al tonno (togliendo l'olio in eccesso), tritare e lasciare da parte.
Pulire i peperencini privandoli del picciolo e dei semi per non rovinarli, aiutarsi con un cucchiaino per estrarre tutti i semini (fare attenzione e usare dei guanti in lattice, perché sono molto irritanti per mani e occhi).
Riempire i peperoncini con il tonno, aiutandosi con un cucchiaino, pigiando bene il ripieno all'interno.
Mettere i peperoncini ripieni in vasi di vetro sterilizzati e asciutti (preferire vasetti piccoli, più facili da finire una volta aperti): riempire i vasetti fino a un cm dal bordo.
In un tegame a parte, versare gli ingredienti per la salamoia e portare a bollore: versare la salamoia bollente nei vasi con i peperoncini, riempendoli fino a coprire i peperoncini.
Battere leggermente i vasetti per evitare la formazione di bolle d'aria all'interno e aspettare quache minuto: se l'olio cala, riempire nuovamente i vasi fino a coprire i peperoncini.
Chiudere con coperchi a chiusura ermetica, stringendo bene.
Far raffreddare i vasi, poi metterli dentro una grande pentola coprendoli con acqua fredda.
Portare la pentola ad ebollizione: far bollire per 20 minuti e  spegnere.
Quando i vasi si saranno completamennte raffreddati, togliere i vasi dalla pentola, asciugarli bene e riporli in un luogo buio e asciutto a temperatura ambiente.
Aspettare almeno tre mesi prima di consumare i peperoncini: sono ottimi come contorno, ma anche come aperitivo o spuntino veloce.

4 commenti:

  1. Questa ricetta la conosco! La preparava anche il mio papà! Buonissimi.. poi uno tira l'altro!Buona serata
    a presto!
    Stefy

    RispondiElimina
  2. Spero di avere peperoncini nel mio orto anche quest'anno per poter provare la tua ricetta che è più veloce della mia. Vorrei provarla... A presto

    RispondiElimina
  3. proverò sicuramente questa ricette, sperando di trovare i peperoncini adatti, GRAZIE!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura