Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

giovedì 17 novembre 2011

Yogurt fatto in casa con la yogurtiera

yogurt (1)yogurt (2)yogurt (3)yogurt (6)yogurt (8)

Da quando ho letto “La decrescita felice” di Maurizio Pallante, libro inneggia al rallentamento dello stile di vita moderno, in barba a chi ci vorrebbe solo consumatori, ho cominciato a fare lo yogurt in casa: per ora lo faccio con la macchina dello yogurt, ma mi voglio impegnare a fondo e riuscire a faro anche senza!

Con un litro di latte si ottengono 7 vasetti di yogurt da circa 150 gr l’uno (quelli che si comprano sono da 125 gr): un bel risparmio!

Io uso latte biologico e così ottengo un prodotto sempre fresco, buonissimo sia di gusto che per la salute, non produco rifiuti (i vasetti sono di vetro, riutilizzabili) ed è un prodotto che non deve fare chilometri e chilometri per giungere fino a casa mia, producendo ancor più inquinamento (azienda produttrice/camion per il trasporto/supermercato).

Direi che è ora di cominciare a farsi lo yogurt da soli, no?!

 

INGREDIENTI (per 7 vasetti di yogurt da circa 150 gr l’uno)

1 litro di latte

1 yogurt bianco intero

 

PROCEDIMENTO

Mettere il latte fresco dentro una ciotola, aggiungere lo yogurt ( si compra la prima volta, poi tiene indietro un vasetto ogni volta e si usa per fare lo yogurt la volta successiva) e mescolare con un cucchiaio per amalgamare il tutto.

Versare lo yogurt dentro i vasetti di vetro, che devono essere puliti e asciutti (io li sterilizzo in lavastoviglie), chiudere con il coperchio, riporre nella yogurtiera e chiudere.

Accendere la yogurtiera e aspettare 12 ore: nel frattempo non bisogna muoverla, altrimenti si pregiudica la buona riuscita dello yogurt.

Dopo 12 ore, aprire la yogurtiera e far raffreddare i vasetti (saranno tiepidi).

Riporre in frigorifero i vasetti: si conservano per alcuni giorni, anche se è meglio non conservarli troppo a lungo, per non far perdere le preziose qualità di questo prodotto.

Al momento della consumazione si può aggiungere frutta fresca, marmellata, cereali, miele e tutto quello che la fantasia suggerisce.

12 commenti:

  1. Brava che ti fai in casa lo yogurt.

    RispondiElimina
  2. Ciao, mi piace moltissimo il tuo blog sano e naturalista! io di solito faccio lo yogourt col latte intero, ma secondo te posso usare anche quello scremato, perchè quello intero mi è diventato un pò pesante..ciao,Ilaria

    RispondiElimina
  3. Ciao, secondo te posso usare anche latte scremato? complimentissimi per questo blog sano e naturalista! Ilaria

    RispondiElimina
  4. Anche io preparo lo yogurt a casa ed è veramente delizioso.

    ciao

    RispondiElimina
  5. Lo yogurt preparato in casa è molto meno acito e molto più cremoso e dolce di quello che si compra: io non ho mai usato il latte scremato, ma credo che si possa provare... nel ricettario della yogurtiera consigliano quello intero.

    RispondiElimina
  6. ho comprato la yogurtiera ^____^ è esattamente uguale alla tua!!!
    Domani mi cimento nella preparazione. Quanto mi piace autoprodurreeeeee!!!
    Baci

    RispondiElimina
  7. io sto cercando invano di fare dello yogurt con la yogurtiera che ho ereditato da mia suocera.
    mi esce una specie di cagliata, ovvero si separano il siero dalla parte più densa.
    il gusto è comunque buono e per ora l'ho mangiato, ma non riesco a capire perché non viene cremoso.
    uso latte crudo e yogurt biologico come starter.
    sapresti darmi un consiglio?? un parere?? sarà che fa troppo caldo in questi giorni??
    grazie e ciao,
    Phoebe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Phoebe, sicuramente il caldo incide: lo yogurt è un alimento vivo e suscettibile alle variazione ambientai e non solo.
      Una cosa importante è non muoverlo assolutamente mentre si trova dentro la yogurtiera e anche dopo averlo messo in frigo, finché non si è ben raffreddato e solidificato.
      Visto che fa tanto caldo, prova ad abbreviare i tempi di cottura.
      Inoltre, il latte crudova bene, ma lo devi prima portare ad ebollizione, poi lo puoi utilizzare per fare lo yogurt, altrimenti non viene bene.
      Fammi sapere se con questi accorgimenti la cosa migiora!
      Ciao, Monia.

      Elimina
    2. Ciao Monia, grazie della risposta.
      Perché non dovrebbe venir bene lo yogurt fatto col latte crudo? Dici per il rischio batteriologico? Ma se lo bollisco poi non è più crudo!
      Proverò con tempi minori. Poi vediamo.
      Grazie e ciao,
      Phoebe

      Elimina
    3. Ho letto da qualche parte che per lo yogurt non va bene il latte crudo, proprio perché contiene dei batteri che non permettono la giusta fermentazione. Bisogna portarlo a ebollizione, poi si può spegnere e utilizzare. Prova e fammi sapere!!

      Ciao, Monia.

      Elimina
    4. si per fare lo jogurt servono solo due batteri lattic: streptococcus termophilus e lattobacillus vulgaricus(credo si scrivano così, altriemnti perdonatemi :) )

      Elimina
    5. il secondo batterio è il lactobacillus bulgaricus (prende il nome dal paese da cui proviene)

      Elimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Menù

Archivio: