Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

venerdì 15 febbraio 2013

Germogli misti autoprodotti

Germogli autoprodotti (7)

Germogli autoprodotti (2)Germogli autoprodotti (3)Germogli autoprodotti (4)Germogli autoprodotti (5)

Germogli autoprodotti (6)

Germogli misti autoprodotti

Grazie Colli per avermi regalato questo vaso delle meraviglie: ho scoperto un mondo, quello dei germogli, versatili e croccanti, leggermente piccantini e delizioso accompagnamento per pasta, carne, pesce o verdure.

E’ emozionante seguire la crescita casalinga di questi germogli, piccoli semi che si trasformano in essenza viva, salutari, ricchi di sostanze che ci fanno bene e buonissimi!

I semi per germogli li ho trovati al NaturaSì e il germogliatore gli può sia acquistare che autoprodurre da sé in casa: ne esistono di diversi tipi, c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Quello che mi ha regalato la mia “socia” Colette (uguale identico al suo, per condividere l’autoproduzione, oltre a un sacco di altre cose!!) è veramente pratico: un vaso con il coperchio a retina, da cui esce l’acqua in eccesso, appoggiato a testa in giù su una base di metallo e ceramica, facile da pulire e poco ingombrante.

Da oggi: mai più senza germogli!

 

INGREDIENTI (per un vasetto di germogli)

2 cucchiai di semi misti per germogli (alfa alfa, fieno greco, senape)

acqua

 

PROCEDIMENTO

Mettere due cucchiai di semi misti per germogli nel vaso germogliatore, coprire abbondantemente d’acqua e lasciare in ammollo per circa 4/6 ore.

Togliere l’acqua, mettere il coperchio forato al vaso germogliatore e posizionarlo a testa in giù sulla base d’appoggio, facendo sì che possa scolare l’acqua in eccesso.

Sciacquare i germogli due o tre volte al giorno, riempiendo il vaso d’acqua, per poi vuotarla via e lasciarlo a scolare nella solita posizione sulla base d’appoggio.

Dopo tre/quattro giorni i germogli saranno pronti: si possono mangiare quando superano i 2/3 cm: sono ottimi saltati in padella velocemente con pasta, carne, pesce o verdure, ma anche crudi, in insalata o come accompagnamento, conditi solo con un filo d’olio.

2 commenti:

  1. Che meraviglia, mi hai fatto venire la voglia dei provare a farmeli da me!!
    E adesso passo a leggere la ricetta di oggi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I germogli sono la mia ultima scoperta nel campo dell'autoproduzione: nei negozi di cibo biologico se ne trovano ormai di tutti i tipi... ora sto provando quelli del cavolo rosso e sono fantastici... viola e dolci!!!

      Elimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura