domenica 12 aprile 2020

Agnellino di Pasqua di pasta di pane

Agnellino di Pasqua di pasta di pane (13)
Agnellino di Pasqua di pasta di pane (1) Agnellino di Pasqua di pasta di pane (2)
Agnellino di Pasqua di pasta di pane (4) Agnellino di Pasqua di pasta di pane (5)
Agnellino di Pasqua di pasta di pane (7) Agnellino di Pasqua di pasta di pane (9)
Agnellino di Pasqua di pasta di pane (10) Agnellino di Pasqua di pasta di pane (13) 
Ecco il mio agnellino di Pasqua, fatto di pasta di pane, perfetto come centrotavola nella tavola pasquale: è una ricetta molto semplice , ma di sicuro effetto e molto scenografica.
Questa ricetta è il mio regalo per augurare a tutti voi Buona Pasqua assieme alla vostra famiglia e agli amici più cari!

INGREDIENTI (per un agnellino 50x60 cm circa)
Per l’impasto:
  • farina 700 gr
  • acqua  350 ml
  • olio extravergine d’oliva 2 cucchiai
  • lievito di birra 1 cubetto
  • sale fino 1 cucchiaino
Per completare:
  • tuorlo d’uovo 1
  • chiodi di garofano 2

PROCEDIMENTO
  • Mettere la farina in una grande ciotola (o a fontana sul piano di lavoro) con al centro lievito, olio e sale (quest’ultimo lontano dal lievito).
  • Unire l’acqua e amalgamare bene il tutto con le mani impastando non troppo a lungo.
  • Formare una palla liscia e omogenea e farla lievitare coperta dalla ciotola a temperatura ambiente per almeno tre ore.
  • Prelevare piccoli pezzi d’impasto, formare dei rotolini, poi avvolgerli a spirale per ottenere i riccioli della lana dell’agnellino.
  • Per la testa formare una pallina poi un’ovale.
  • Per le zampe, formare quattro cilindretti di impasto.
  • Posizionare sulla piastra tutti gli elementi formando l’agnellino.
  • Far lievitare per una mezz’ora coperto da un telo.
  • Una volta lievitato aggiungere i due chiodi di garofano per ottenere gli occhi.
  • Spennellare tutta la superficie dell’agnellino con il tuorlo sbattuto.
  • Cuocere per circa 20 minuti in forno preriscaldato al massimo (230/250°C) nella parte bassa del forno, meglio se ventilato.
  • Verificare la cottura: deve risultare dorato ma soffice e ben cotto anche sotto.
  • Far raffreddare l’agnellino di pane, staccarlo delicatamente dalla piastra e servirlo in tavola ancora tiepido sul tagliere di legno.

2 commenti:

  1. sei stata molto brava è davvero carinissimo !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A casa è piaciuto tanto... mi sa che passata Pasqua dovrò sbizzarrirmi in altre "sculture di pane"!!!

      Ciao, Monia.

      Elimina

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui: