Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

giovedì 13 novembre 2008

Macarones ( di Valentina Gigli)

Questa ricetta è originaria di Parigi dove c'è l'usanza di portare in dono ad amici e parenti, nel periodo natalizio, scatole piene di questi dolcetti farciti.
Con l'uso di coloranti alimentari si possono ottenere macarones di vari colori per rendere ancora più particolari le confezioni e l'uso di glasse di diverso tipo (al cocco, alla vaniglia, al cacao, ecc) li renderà ancora più appetitosi.

INGREDIENTI


Per i macarones:

225 gr di zucchero a velo
120 gr di albumi
110 gr di farina di mandorle
50 gr di zucchero semolato extrafine
i semi di 1/2 bacca di vaniglia
coloranti alimentari (facoltativo)
farina di cocco o confettini colorati (facoltativi)


Per la glassa al burro:

300 gr di zucchero a velo
150 gr di burro leggermente salato
farina e liquore al cocco (o aroma di vaniglia, o liquore di fragola)


PROCEDIMENTO

Accendere il forno a 150°C.
Mixare la farina di mandorle un minuto con lo zucchero a velo per ottenere una farina più fine possibile (senza scaldare troppo la farina di mandorle, che potrebbe rilasciare l'olio), poi setacciare.
Frullare gli albumi montandoli aneve, cominciando ad unire a poco a poco lo zucchero semolato non appena raggiungono lo stato di schiuma e continuare a montare fino ad ottenere un composto ben sodo.
Unire i semi di vaniglia e, a poco a poco, la farina di mandorle mista allo zucchero a velo.
Unire il colorante alimentare che si preferisce mescolando o lasciare i macarones al naturale.
Ricoprire una teglia con carta da forno.
Mettere il composto in una tasca per dolci con bocchetta 12 e premere sulla teglia ottenendo delle cupoline.
Si possono spolverare i macarones con farina di cocco o confettini colorati o lasciarli al naturale.
Far riposare 5/10 minuti a temperatura ambiente prima di infornare, poi cuocere per circa 10 minuti a 150°C (per vedere se sono giunti a cottura, si pigiano leggermente al centro con un dito e non devono risultare appiccicosi).
Sfornare, far raffreddare e farcire spalmando la glassa al burro (ottenuta frullando burro e zucchero a velo e gli ingredienti scelti per aromatizzare) sulla parte piatta di una cupolina e unendola così ad un'altra (tipo baci di dama).

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Grazie per aver dato una sbirciatina al mio Blog: sarò felice se vorrai lasciare un commento, sia positivo che di critica, perché ritengo che ogni cosa si possa sempre migliorare.
Non verranno pubblicati commenti sgarbati, offensivi o con link pubblicitari: per comunicare direttamente con me, puoi scrivere a ricettenonna@gmail.com
Ciao e grazie per la tua visita!

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura