Se vuoi sostenere questo blog, puoi farlo cliccando qui:

domenica 29 giugno 2014

Contest sullo zafferano: ecco la ricetta vincitrice!

Contest Le Ricette della Nonna & Podere Cunina 2014
Eccoci finalmente alla proclamazione della ricetta vincitrice del contest sullo zafferano del mio blog “Le Ricette della Nonna” in collaborazione con l’Agriturismo Podere Cunina: io, Colette e la Sig.ra Silvana del Podere Cunina abbiamo scelto… udite udite… la ricetta…

del blog “L’ingrediente perduto”.

Tanti complimenti davvero alla blogger Donatella per la realizzazione di questa ricetta, di cui è stata premiata soprattutto la presentazione scenografica (ci piacciono tanto i fiori!) e l’approfondimento sullo zafferano in stimmi, prodotto che deve essere assolutamente preferito in cucina al posto delle polverine allo zafferano che non sono mai pure al 100%!
Brava Donatella quindi, ma brave anche tutte le altre partecipanti al contest: è stato il mio primo contest e sono davvero felice della riuscita di quest’avventura!
Donatella, la vincitrice, si aggiudica quindi il week-end per 2 persone presso il Podere Cunina della signora Silvana, immerso nella splendida cornice della campagna Toscana.
Ecco  qui sotto le foto del Podere Cunina: complimenti Donatella, goditi questo meraviglioso fine settimana in questo angolo di paradiso!
Agriturismo Podere Cunina
Agriturismo Podere Cunina
Grazie ancora a tutte le partecipanti per le ricette, alla mia amica Colette (con cui scrivo il blog Colette&Culotte) e alla signora Silvana (del Podere Cunina) per avermi aiutato nella scelta della ricetta vincitrice e di nuovo alla signora Silvana per aver offerto un così bel premio da mettere in palio!
Grazie allo zafferano per essere stato il protagonista e alla cucina vegetariana e biologica che ci regala ogni giorno piatti salutari e gustosi per noi e le nostre famiglie!
Ciao a tutti e… al prossimo contest!
Monia.

sabato 28 giugno 2014

Dessert con yogurt, amarene e cacao

Dessert con yogurt, amarene e cacao (9)

Dessert con yogurt, amarene e cacao (1)Dessert con yogurt, amarene e cacao (2)

Dessert con yogurt, amarene e cacao (3)Dessert con yogurt, amarene e cacao (4)

Dessert con yogurt, amarene e cacao (5)Dessert con yogurt, amarene e cacao (6)

Dessert con yogurt, amarene e cacao (7)Dessert con yogurt, amarene e cacao (8)

Dessert con yogurt, amarene e cacao

Ecco un’altra merenda vegetariana e senza glutine, con yogurt, frutta fresca e savoiardi senza glutine di Piaceri Mediterranei.

Offrire merende salutari e golose ai bambini ci offre l’incredibile possibilità di favorire i loro gusti verso un’alimentazione più consapevole, rispettosa della stagionalità degli alimenti e della semplicità delle preparazioni, per non stravolgere le caratteristiche nutrizionali di ogni elemento.

Per controllare che gli ingredienti utilizzati siano senza glutine si consiglia di fare sempre riferimento al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC).

 

INGREDIENTI (per 2 porzioni)

4 savoiardi senza glutine

1 yogurt

1/2 bicchiere di latte intero

6 amarene fresche

cristalli di zucchero senza glutine

cacao amaro in polvere senza glutine

 

PROCEDIMENTO

Mettere metà dello yogurt dentro una ciotolina.

In un’altra ciotola mettere il latte mescolato con un cucchiaino di cacao.

Bagnare i savoiardi velocemente nel latte al cacao, senza inzupparli troppo: devono esserne bagnati, ma non si devono rompere.

Adagiare due savoiardi sullo yogurt nella ciotolina.

Tagliare a metà le amarene e togliere delicatamente il nocciolo.

Mettere poco yogurt su ogni savoiardo formando una strisciolina: adagiare sopra ognuno tre mezze amarene con il taglio rivolto verso il basso.

Completare cospargendo di cristalli di zucchero.

Ripetere allo stesso modo per preparare la seconda porzione.

Servire subito.

giovedì 26 giugno 2014

Pasta al pomodoro e basilico con salsa piccante con cipolla e 'nduja

Pasta al pomodoro e basilico con salsa piccante con cipolla e 'nduja (4)

Pasta al pomodoro e basilico con salsa piccante con cipolla e 'nduja (1)Pasta al pomodoro e basilico con salsa piccante con cipolla e 'nduja (2)

Pasta al pomodoro e basilico con salsa piccante con cipolla e 'nduja (3)Pasta al pomodoro e basilico con salsa piccante con cipolla e 'nduja (5)

Pasta al pomodoro e basilico con salsa piccante con cipolla e 'nduja

Questa è una pasta estiva dal sapore di Calabria: la ‘nduja è infatti una preparazione tipica calabrese e il peperoncino piccante spicca in questo piatto mediterraneo.

Io ho usato la salsa piccante cipolla e ‘nduja Suriano di Eterni Sapori di Calabria e l’ho insaporita con basilico dell’orto.

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

400 gr di pasta di semola

400 gr di salsa di pomodoro

2 cucchiai di salsa piccante cipolla e ‘nduja

foglie di basilico fresche

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

 

PROCEDIMENTO

In una casseruola  mettere la salsa di pomodoro, due cucchiai di salsa piccante, qualche foglia di basilico fresca, una presa di sale, una macinata di pepe e far ritirare per qualche minuto a fuoco basso.

Regolare di sale e pepe, mescolare, coprire e tenere da parte.

Lessare la pasta in una pentola con abbondante acqua bollente salata, scolare al dente e mescolare al condimento, amalgamando bene con un cucchiaio di legno.

Disporre nei piatti individuali e servire.

mercoledì 25 giugno 2014

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (14)

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (1)Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (2)

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (3)Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (4)

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (5)Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (6)

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (7)Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (8)

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (9)Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (10)

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (11)Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (12)

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (13)Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese (16)

Polpettine di zucca con insalata di cavolo cappuccio e maionese

Questa è una ricetta davvero sfiziosa, colorata e delicata: le polpettine le ho ottenute con la splendida zucca mantovana dell’azienda Rob del Bosco Scuro, semplicemente passata in padella con un filo d’olio e sale, poi profumata con il timo limone del mio orto e amalgamate con pangrattato, parmigiano e uovo per ottenere queste meravigliose prelibatezze: fritte velocemente in olio extravergine d’oliva, possono diventare un gradevole antipasto o un secondo piatto vegetariano da leccarsi i baffi.

A casa mia sono piaciute molto… provatele anche voi!!

 

INGREDIENTI (per 4/6 persone)

500 gr di zucca già pulita (senza buccia, semi e filamenti)

400 gr di pangrattato

50 gr di parmigiano grattugiato

1 uovo

qualche rametto di timo limone

1/2 cavolo cappuccio

maionese

olio extravergine d’oliva

sale

pepe

PROCEDIMENTO

Tagliare la zucca a cubetti e metterla in una larga padella con due cucchiai d’olio: far asciugare per qualche minuto a fuoco moderato, rigirando spesso con un cucchiaio di legno.

Dopo circa 10 minuti togliere dal fuoco e far raffreddare.

Mettere la zucca nel mixer assieme a 300 gr di pangrattato, parmigiano, uovo, una presa di sale, una di pepe e le foglioline di timo limone.

Mixare velocemente fino ad ottenere un impasto omogeneo e non troppo morbido: se dovesse risultare troppo appiccicoso, aggiungere pangrattato poco per volta, fino ad ottenere un impasto lavorabile con le mani.

Bagnarsi leggermente le mani e formare delle polpette non più grandi di una noce: passarle nel pangrattato rimasto e friggerle in una padella con un dito di olio bollente.

Far dorare le polpette rigirandole delicatamente: scolarle su carta assorbente e disporle nei piatti.

Servire tiepide con cavolo cappuccio affettato condito con olio, sale e pepe e riccioli di maionese.

martedì 24 giugno 2014

Gnocchi di ricotta–ricetta base

Gnocchi di ricotta - ricetta base (7) - Copia

Gnocchi di ricotta - ricetta base (1) - CopiaGnocchi di ricotta - ricetta base (2) - Copia

Gnocchi di ricotta - ricetta base (3) - CopiaGnocchi di ricotta - ricetta base (4) - Copia

Gnocchi di ricotta - ricetta base (5) - CopiaGnocchi di ricotta - ricetta base (6) - Copia

Gnocchi di ricotta - ricetta base (8) - Copia

Gnocchi di ricotta – ricetta base

Questa ricetta è una scoperta recente e devo dire che in casa mia ha avuto un grande successo.

Questi gnocchi di ricotta delicati hanno una consistenza elastica e tengono bene la cottura: si preparano velocemente e possono essere conditi con burro e salvia, pesto, salsa di pomodoro… insomma, potete sbizzarrirvi come ho fatto io (a presto pubblicherò diverse varianti… vedrete che bontà!

 

INGREDIENTI (per 4 persone)

400 gr di ricotta fresca

300 gr di farina 0

1 pizzico di sale

 

PROCEDIMENTO

Mettere la ricotta in una ciotola e lavorarla bene per ammorbidirla, poi unire la farina e il pizzico di sale.

Amalgamare bene fino ad ottenere un impasto liscio, ricavare dei cilindri larghi un dito, tagliarli a tocchetti di due cm e passarli sui rebbi di una forchetta, mettendoli su un vassoio coperto con un canovaccio e cercando di farne un solo strato per non ammassarli.

Lessare gli gnocchi di ricotta in abbondante acqua salata e scolarli appena vengono a galla e l'acqua riprende il bollore.

Condirli con salsa di pomodoro o burro e salvia o pesto, a piacere.

Servire subito.

domenica 22 giugno 2014

Contest sullo zafferano: ecco le ricette che vanno in finale… a breve la vincitrice!

Contest Le Ricette della Nonna & Podere Cunina 2014

Ciao a tutti,

ecco finalmente le ricette che vanno in finale nel contest sullo zafferano: a breve (entro la fine di giugno), io, Colette e la sig.ra Silvana del Podere Cunina (che offrirà il meraviglioso premio alla vincitrice) sceglieremo quella che più ci è piaciuta.

Tanti complimenti alle finaliste!

Grazie a tutte le partecipanti: non è stato facile scegliere tra tante gustose ricette, ma alla fine ce l’abbiamo fatta!

Ecco le ricette che vanno in finale:

 

Intanto un assaggio di dove passerà un meraviglioso week-end la vincitrice:

Agriturismo Podere Cunina


AGGIORNAMENTO

Ecco la ricetta vincitrice del contest:

http://le-ricette-della-nonna.blogspot.it/2014/06/contest-sullo-zafferano-ecco-la-ricetta.html


Marmellata di mirtilli

Marmellata di mirtilli (10)

Marmellata di mirtilli (1)Marmellata di mirtilli (2)

Marmellata di mirtilli (3)Marmellata di mirtilli (4)

Marmellata di mirtilli (5)Marmellata di mirtilli (6)

Marmellata di mirtilli (7)Marmellata di mirtilli (8)

Marmellata di mirtilli (9)

Marmellata di mirtilli

Stanno maturando a vista d’occhio i mirtilli dell’OrtoLà della mia amica Colette: quando andiamo a strappare erbacce, ci divertiamo a cogliere mirtilli, lamponi e fragoline per fare merenda e ci mettiamo all’ombra del boschetto a piluccare le leccornie che ci offre Madre Natura… che meraviglia!

Tra un po’ sarà tempo di confetture e marmellate, quindi vi lascio la ricetta con cui lo scorso anno ho autoprodotto della fantastica marmellata di mirtilli, conservata in dispensa e gustata nelle fredde e nebbiose giornate invernali… pensando alle colorate merende estive…

Io di solito la mangio spalmata sul pane o sulle croccanti gallette di cereali biologiche Sarchio: anche a mio figlio Riccardo piacciono tanto e mi fa piacere offrirgli una merenda semplice, sana e casereccia.

 

INGREDIENTI (per 7/8 vasetti da 250 gr)

1 kg di mirtilli appena colti

600 gr di zucchero semolato

400 ml d’acqua

 

PROCEDIMENTO

Mettere acqua e zucchero in una casseruola antiaderente con fondo spesso, facendo sciogliere lo zucchero.

Quando lo zucchero sarà sciolto, aggiungere i mirtilli e mescolare: cuocere circa un’ora e mezza a fiamma bassissima, facendo sobbollire appena e mescolando spesso.

Quando la marmellata sarà pronta, versare bollente direttamente nei vasi (precedentemente sterilizzati e ben asciutti) fino a due cm dal bordo: chiudere ermeticamente con il coperchio, rovesciare i vasi e lasciarli capovolti fino a che non saranno freddi (così si sterilizzeranno).

Una volta freddi, capovolgere i vasi e riporli in dispensa (in luogo buio e asciutto) e conservarli per l’inverno.

Si conservano per circa un anno.

sabato 21 giugno 2014

Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino

Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (8)

Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (0)Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (1)

Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (2)Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (3)

Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (4)Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (5)

Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (6)Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino (7)

Focaccia senza glutine con sale grosso e rosmarino

Adoro la focaccia sale e rosmarino: grazie alla farina senza glutine Piaceri Mediterranei ne ho potuto cucinarla anche senza glutine e devo dire che il risultato è stato eccellente!

Adoro sperimentare nuove ricette e mi piace pensare che avere qualche intolleranza alimentare o allergia non significhi dover rinunciare al gusto della buon cucina casereccia, anzi: alcune amiche scopertesi celiache hanno iniziato a cucinare di più in casa, autoproducendosi molti alimenti che altrimenti costerebbero tanto o che sarebbero di sicuro meno buoni (di necessità virtù!).

Per controllare che gli ingredienti utilizzati siano senza glutine si consiglia di fare sempre riferimento al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC).

 

INGREDIENTI (per 6 persone)

1 kg di farina senza glutine

500 ml di acqua

1 cubetto di lievito di birra

1 cucchiaino di sale fino

rosmarino fresco

olio extravergine d’oliva

sale grosso

 

PROCEDIMENTO

Mescolare in una grande ciotola farina, acqua, lievito e, per ultimo, il sale.

Impastare qualche minuto sul piano di lavoro fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea.

Coprire con la ciotola e far lievitare circa due/tre ore.

Stendere la pasta su una teglia unta con un velo d’olio, formando uno strato di circa 1/2 cm: ungere con le mani anche la parte superiore, bucherellandola con le dita.

Cospargere con un po’ di sale grosso e aghi di rosmarino fresco.

Far lievitare una trentina di minuti.

Cuocere in forno ventilato preriscaldato a 200°C per circa 20 minuti: alla fine la superficie dovrà essere leggermente dorata.

Sfornare, far raffreddare un po’ e servire tiepida.

Merenda con savoiardi e cioccolata senza glutine

Merenda con savoiardi e cioccolata (8)

Merenda con savoiardi e cioccolata (1)Merenda con savoiardi e cioccolata (2)

Merenda con savoiardi e cioccolata (3)Merenda con savoiardi e cioccolata (4)

Merenda con savoiardi e cioccolata (5)Merenda con savoiardi e cioccolata (6)

Merenda con savoiardi e cioccolata (7)Merenda con savoiardi e cioccolata (10)

Merenda con savoiardi e cioccolata senza glutine

La scuola è finita e tutti i giorni risuona una voce “mamma, cosa c’è per merenda?”.

Diciamo che cerco di favorire frutta e verdura, ma ogni tanto qualche dolcetto ci scappa e Riccardo si lecca i baffi, goloso com’è!

Oggi gli ho preparato una golosa merenda con savoiardi e cioccolato senza glutine: volevo provare i savoiardi senza glutine Piaceri Mediterranei e devo dire che sono davvero buoni: si inzuppano ben bene ma rimangono belli compatti, così è facile preparare tiramisù e dolcetti con questo tipo di base.

Per controllare che gli ingredienti utilizzati siano senza glutine si consiglia di fare sempre riferimento al Prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia (AIC).

 

INGREDIENTI (per 1 porzione)

2 savoiardi senza glutine

1/2 bicchiere di latte

1 cucchiaio di crema al cioccolato senza glutine

1 cucchiaio di zucchero di canna

4 palline di cereali al cacao senza glutine

 

PROCEDIMENTO

Immergere i savoiardi nel latte, inzuppandoli bene.

Spalmare un savoiardo con la crema al cioccolato e chiuderlo a sandwich con l’altro savoiardo.

Rotolare nello zucchero di canna.

Disporre sul piatto e guarnire con le palline di cereali.

Servire subito.

Scrivo anche qui:

Consigli di lettura